Aggressione autista Mom a Treviso, Caner: "Episodio da condannare"

L'assessore regionale: "La realtà dimostra che l'apertura dei centri per rifugiati ed immigrati clandestini sta mettendo a repentaglio la sicurezza dei cittadini"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

TREVISO "Condanno senza appello la vile aggressione all'autista Mom avvenuta ieri nella stazione degli autobus a Treviso da parte di un immigrato africano sprovvisto del titolo di viaggio -commenta l'assessore regionale al turismo Federico Caner- Augurandogli una pronta guarigione, esprimo la mia solidarietà a lui e a tutti i lavoratori che hanno subito aggressioni anche in passato. La città di Treviso, dietro la maschera dell'accoglienza, sta subendo una vera e propria invasione. La realtà dimostra che l'apertura dei centri per rifugiati ed immigrati clandestini sta mettendo a repentaglio la sicurezza dei cittadini".

Torna su
TrevisoToday è in caricamento