Aeroporto Canova: il Comune pronto a trattare con Save

Il sindaco di Treviso Mario Conte e l'assessore alle politiche ambientali, Alessandro Manera, smentiscono le voci sull'approvazione del master plan da parte della commissione VIA

Foto d'archivio

In merito alle notizie apparse nelle scorse ore, sull'approvazione del piano di ampliamento dell’aerostazione proposto da Save-Aertre, il sindaco Conte e l'assessore Manera hanno precisato che si è ancora in attesa della pubblicazione del documento ufficiale della VIA nazionale relativa all’approvazione del master plan dell’aeroporto Canova.

«Attendiamo la comunicazione del documento ufficiale per esprimere valutazioni tecnico amministrative ed entrare nel merito - hanno commentato i due - In ogni caso, agiremo a fianco di Save, da sempre ottimo interlocutore nella gestione dello sviluppo di una risorsa indispensabile qual è l’aeroporto, al fine di ottenere il massimo delle mitigazioni ambientali e viabilistiche per il Comune di Treviso e i suoi cittadini». Il progetto per l'ampliamento e il potenziamento dello scalo trevigiano porterà a un investimento di circa 53 milioni di euro. Nodo cruciale il numero di voli che potrà passare sopra i cieli del capoluogo di Marca. Stando alle prime indiscrezioni il nuovo piano dovrebbe portare meno voli su Quinto di Treviso e un aumento dei passaggi sopra il quartiere di San Zeno. Il tetto è stato comunque fissato a 22.500 voli annui. Per ora però sindaco e assessori vogliono mantenere la massima cautela sull'argomento, dando priorità assoluta al rispetto delle norme ambientali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento