Il Gruppo Alpini di Villa d'Asolo festeggia il gemellaggio con Guarene d'Alba

Il sindaco di Asolo, Mauro Migliorini: "Sono passati trent'anni e oggi spetta a noi renderci custodi di quel sentimento profondo che ci ha resi protagonisti della nostra storia. Impegniamoci ad andare avanti per difendere l'amicizia e la collaborazione"

Nella giornata di sabato si è tenuta una piccola ma molto partecipata manifestazione per celebrare il 30° gemellaggio tra il Gruppo Alpini di Villa d'Asolo e il Gruppo Alpini di Guarene d'Alba (CU). "Conoscere persone di altri paesi, con altre culture e con modi diversi di vivere dal nostro è dentro l'anima di ogni persona che abbia un minimo di curiosità, ma se oltre a questo si appartiene anche alla grande famiglia alpina, ecco che il legame nasce spontaneo. Sono passati trent'anni e oggi spetta a noi renderci custodi di quel sentimento profondo che ci ha resi protagonisti della nostra storia. Impegniamoci tutti ad andare avanti per difendere il sentimento di amicizia e di collaborazione che ci lega nello spirito dell'alpinità" ha dichiarato il sindaco di Asolo, Mauro Migliorini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento