Area ex Carnielli: al via i lavori di ripulitura

Inizieranno mercoledì 11 dicembre le operazioni di sfalcio del verde nell'area acquisita di recente dalla catena di supermercati Alì. Incontro con il Comune sul futuro della viabilità

L'area dell'ex Carnielli (Foto d'archivio)

Mercoledì 11 dicembre, l’azienda veneta Alì Supermercati, aggiudicataria dell’ex Carnielli di Vittorio Veneto, in accordo con l’amministrazione comunale, accederà all'area per iniziare la pulizia della zona.

«Come comunicato dall’azienda - spiega il sindaco Antonio Miatto - questo primo intervento prevede lo sfalcio della vegetazione spontanea cui si accompagnerà la sistemazione e il riordino del verde, al di fuori dai sedimi nelle aree scoperte». «In una seconda fase - precisano i responsabili del gruppo patavino - lungo il fiume Meschio si dovrà invece procedere con un’opera di natura differente, volta a ripristinare la vegetazione dell’argine depurandola dalle sterpaglie, nella zona lungo la facciata dell’edificio. Attualmente si stanno individuando le modalità più consone per poi comunicarle agli interlocutori preposti all'intervento effettivo».

La rimozione della vegetazione spontanea è indispensabile per consentire le operazioni di rilievo necessarie per la fase progettuale in corso di studio. A tal proposito è stato già fissato tra l’amministrazione ed Alì Spa un incontro al fine di individuare quelle che sono le esigenze di viabilità dell’area, per poter procedere con un progetto unitario. Alì Supermercati, azienda padovana della grande distribuzione organizzata fondata nel 1971, con un fatturato che ha superato il miliardo di euro, conta 113 punti vendita in Veneto ed Emilia Romagna, tra negozi di quartiere Alì Supermercati e superstore Alìper, dando lavoro ad oltre 4mila collaboratori. Nel 2018/2019 ha ricevuto il premio per il miglior reparto Ortofrutta d’Italia. Sul piano della sostenibilità ambientale, grazie agli interventi per limitare l’impatto delle attività, nell'anno 2018 sono state risparmiate all'ambiente 545 tonnellate di emissioni di Co2 ed ad oggi sono stati messi a dimora dall'azienda in collaborazione con i clienti più di 12mila alberi nell'ambito del progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

Torna su
TrevisoToday è in caricamento