Asolo, è Sandro Bonato il nuovo Comandante della Polizia Locale

Laureato in Scienze agrarie all’Università di Padova, è entrato nella Polizia locale nel 1995 prestando servizio a Montebelluna, Asolo, Pieve di Soligo e Valdobbiadene

Dalla giornata di venerdì è Sandro Bonato il nuovo comandante della Polizia Locale di Asolo, e del consorzio TV5A (il servizio associato attivo nei dieci Comuni dell’Asolano e della Pedemontana del Grappa). Classe 1961, laureato in Scienze agrarie all’Università di Padova, Bonato è entrato nella Polizia locale nel 1995 prestando servizio nei Comuni di Montebelluna, Asolo, Pieve di Soligo e Valdobbiadene.

Nel 2003, sedici anni fa, l’arrivo a Susegana in qualità di comandante del Consorzio di Polizia locale Piave che riuniva sette Comuni e poi scioltosi nel 2012. A partire da quella data è rimasto alla guida della municipale suseganese, con due parentesi come comandante ad interim della Polizia locale di Conegliano e come comandante del consorzio di polizia in vigore per un periodo tra Susegana, Mareno e Santa Lucia di Piave.

Come si fa ad essere un buon comandante di Polizia locale? “Bisogna ricordarsi che lo scopo del nostro corpo è sempre stato quello di far rispettare le regole che sovrintendono la convivialità e il buon funzionamento della società - risponde Sandro Bonato - I vigili devono essere in grado di dare una risposta pronta alla comunità, cercando sempre di collaborare con i cittadini. E’ dimostrando coerenza e correttezza che si ottiene il riconoscimento del proprio ruolo di tutore delle norme comuni ed è così che le persone si possono identificare con te”.

“Dando il benvenuto al Comandante Bonato, sono certo che la sua esperienza e la sua professionalità potranno essere messe a disposizione del nostro territorio comunale, ma anche per  tutta l'area del  Servizio Associato della Polizia Locale dell'Asolano e della Pedemontana  – ha affermato il sindaco Mauro Migliorini - Il mio augurio è che la collaborazione possa essere continua e costante, sia con l'Amministrazione che con le altre forze dell'ordine, dai carabinieri ai carabinieri forestali, il cui contributo è stato fino ad oggi fondamentale per la gestione della sicurezza cittadina e la sorveglianza ambientale del territorio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento