Furti a raffica in pochi giorni: il Comune convoca polizia locale e carabinieri

Tavolo tecnico a Vedelago per intensificare il controllo e la sicurezza sul territorio dopo la spaventosa serie di furti avvenuti in pochi giorni ai danni dei residenti del Comune

In questi giorni il Comune di Vedelago è stato preso di mira da una banda di ladri che si è resa protagonista di una serie di furti nelle frazioni di Cavasagra, Casacorba e Fossalunga.

Si tratta di furti avvenuti principalmente nelle ore pomeridiane e serali e ad essere presi di mira sono stati gli accessi secondari delle abitazioni. Nei mesi precedenti, solitamente quelli con il maggior numero di furti, ne sono stati registrati 6 a dicembre e 4 a gennaio. Il tema è stato affrontato mercoledì 13 gennaio nel tavolo tecnico convocato dall’assessore alla sicurezza, Roberto Nicoletti, a cui ha partecipato il comandante dei carabinieri, Francesco Bianco,e il comandante della polizia locale, Maurizio Zorzi. Un confronto utile per unire le forze e coordinare le azioni tra i carabinieri e la polizia locale. Si è infatti parlato di potenziare, sin da subito, il servizio di pattuglia serale e notturna con gli agenti di polizia locale in modo da aumentare il controllo del territorio comunale che, si ricorda, è uno dei più estesi della provincia di Treviso con circa 62 chilometri quadrati. Si sta inoltre lavorando per portare a termine la convenzione tra la polizia locale dell'Unione dei comuni della Marca Occidentale e Castelfranco Veneto ed Altivole, in modo tale da creare il più grande distretto di polizia locale della provincia di Treviso: questo permetterebbe di realizzare il servizio serale di pattuglia. E’ previsto l’avvio da aprile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spiega l’assessore Roberto Nicoletti: «Sul fronte della video sorveglianza stiamo dialogando con l'Unione dei Comuni per condividere un progetto unitario di ampia scala. L'obiettivo primario per il nostro Comune è quello di ampliare l'infrastruttura esistente rendendola accessibile anche ai privati. L'obiettivo è di installare delle nuove telecamere in luoghi più sensibili come scuole, parchi pubblici, cimiteri, incroci pericolosi e tutte quelle zone più a rischio. Il tutto sempre all'interno delle difficili scelte legate a un bilancio, quello del Comune, che è sempre più restrittivo». Dal punto di vista pratico, si ricorda che qualora si subisse un furto è bene allertare il prima possibile le forze dell'ordine carabinieri e polizia locale per cercare di agevolarne il lavoro di ricerca. Le segnalazioni tempestive e dettagliate portano ad un buon risultato. Conclude l’assessore Roberto Nicoletti: «A supporto delle forze dell'ordine è già da un paio di anni che è attivo il Controllo di Vicinato. Questo è un servizio, organizzato dall'agenteCristian Stocco, che insieme a 16 volontari, sparsi omogeneamente in tutto il territorio, tramite un messaggio Whatapp o sms comunicano situazioni particolari di pericolo. Il servizio è solo di comunicazione: queste segnalazioni hanno portato sempre a dei buoni risultati. Se ci sono nuove persone che ne vogliono far parte sono ben accette. Muoversi in autonomia, infatti, non porta agli stessi risultati confido in una collaborazione cittadini Ente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento