Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Autonomia, Zaia e il piano B del Veneto: «Continueremo con la battaglia legale»

L'anniversario del referendum che aveva visto i cittadini votare largamente "si"

 

La delegazione trattante della Regione del Veneto nel negoziato per il riconoscimento dell’autonomia differenziata ex art. 116, terzo comma, della Costituzione, comunica:

Questa mattina si è tenuto l’incontro al Dipartimento degli Affari Regionali, a Roma, per la ripresa del negoziato sull’autonomia differenziata del Veneto, ex art. 116, III comma della Costituzione, alla presenza del capo dipartimento dott.ssa Elisa Grande, del Consigliere del Ministro, Antonio Ilacqua, e del Capo di Gabinetto, Francesco Rana. L’approccio è stato collaborativo e improntato a pragmaticità e operatività. Si è condiviso di partire con una analisi comparata dei due testi della intesa (testo del Veneto del 23 settembre e testo ministeriale del 7 ottobre), allo scopo di evidenziare, innanzitutto, le parti sulle quali esiste una prima condivisione di contenuti. Si è, quindi, concordato il metodo di lavoro e programmato un prossimo incontro per mercoledì 30 ottobre, al fine di proseguire con l’esame delle richieste regionali.

Il confronto sui contenuti della bozza della Regione del Veneto si svolgerà in parallelo alla predisposizione del disegno di legge “quadro” che, è stato confermato, il Ministro vuole portare all’approvazione del Parlamento entro fine anno. In riferimento al testo del disegno di legge “quadro” è stato garantito il coinvolgimento della Regione del Veneto, così come delle altre due Regioni che hanno già avviato il percorso per il riconoscimento dell’autonomia differenziata, prima del passaggio in Conferenza Stato-Regioni.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento