Baccalaureato Internazionale: al Pio X 16 studenti ottengono in diploma internazionale

L'attestato è riconosciuto come esame di ammissione universitaria in più di 80 paesi e dalle più autorevoli università in Italia e all’estero

La foto documenta, per la quarta volta dalla istituzione del Pio X International, il lancio del ‘tocco’ degli studenti trevigiani

Dall’Organizzazione Baccalaureato Internazionale con sede a Ginevra sono pervenuti nei giorni scorsi al Collegio Pio X i risultati definitivi delle prove di esame del ‘Pio X International’. La media complessiva è stata di 30 punti, pari a quella internazionale per la stagione 2019. Ginevra ha dunque diplomato Nicolò Genisi, Veronica Michieletto, India Gustin, Giorgio Alessandri, Anita Burato, Matilda Cinel, Jacopo Favero, Matteo Guglielmi, Asia Pozzoni, Giuseppe Cardazzi, Olivier Zavattiero, Alessandro Andretta, Giovanni Marchiorello, Giovanna Maria Manconi, Jacopo Giustiniani e Ismail Mahmoud. 

Gli esami si erano conclusi a Treviso già nella terza settimana di maggio con la soddisfazione degli studenti e la fiducia degli insegnanti. Come da regola dell’Organizzazione, la valutazione espressa dai docenti trevigiani è stata integrata con quella della sede centrale: ne è scaturita così una votazione finale omologata con quella degli studenti di tutto il mondo. Concluso il complesso iter della valutazione, gli studenti del Pio X hanno avuto il diploma che è riconosciuto come esame di ammissione universitaria in più di 80 paesi e dalle più autorevoli università in Italia e all’estero.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento