Aumentano i controlli sulle strade: multe raddoppiate a Ponzano e Povegliano

La polizia locale congiunta dei due comuni ha tirato le somme di un 2018 da record. I maggiori controlli hanno portato a riscontrare più irregolarità ma anche una sicurezza più elevata

Il nuovo Corpo Intercomunale di Polizia Locale di Ponzano Veneto e Povegliano è promosso a pieni voti. Nel suo primo anno di attività, infatti, sono stati raggiunti livelli di efficienza inediti per i due territori.

È quanto emerge dalla relazione annuale che il comandante Mosè Crema ha inviato la scorsa settimana agli uffici dei due Comuni, in occasione delle celebrazioni di San Sebastiano, patrono della Polizia Locale. Fiore all'occhiello del Distretto sono i controlli sulle strade, che hanno portato a 28 patenti di guida sequestrate, una revocata, al raddoppio delle irregolarità riscontrate (assicurazioni scadute e revisioni mancate) e ad un sostanzioso aumento delle sanzioni per violazioni del codice della strada (soprattutto per eccesso di velocità), con ovvi effetti positivi per le casse comunali. «Abbiamo pattugliato senza sosta tutte le arterie più trafficate delle città – conferma il comandante Crema – via Roma, via Postumia e via Volpago Nord a Ponzano Veneto, via Fiore, via Croce e via Capitello a Povegliano. Sono vie su cui è necessaria un'incessante attività di controllo e deterrenza delle infrazioni, per proteggere tutti i cittadini residenti ed in transito».

Un pattugliamento meticoloso che è stato possibile proprio grazie alla riorganizzazione del Corpo: con il passaggio dalla precedente convenzione intercomunale (che nel 2016 e 2017 affidava il controllo di 4 Comuni a 9 unità in tutto) al nuovo Corpo intercomunale di polizia locale di Ponzano Veneto e Povegliano, è stato possibile dedicare 6 unità in divisa esclusivamente ai 38 km² dei due territori Comunali. Uno spazio più delimitato, dunque, e risorse umane finalmente ottimizzate per garantire controlli e sicurezza a tutti i diciottomila cittadini di Ponzano e Povegliano. Inoltre, il potenziamento dell'organico con l'assunzione di un’impiegata per il disbrigo delle mansioni amministrative ha permesso di impegnare il personale in divisa  integralmente nei servizi esterni di controllo del territorio, liberandoli dalle altre incombenze burocratiche. Un passaggio fondamentale per poter avviare in via sperimentale i servizi serali, durante i quali gli agenti hanno potuto  pattugliare le città anche dalle ore 19 all'una di notte, così da contrastare furti, violenze e le più rischiose infrazioni del codice della strada. «Sono aumentate anche le denunce ed i sinistri rilevati – continua il comandante – ma il dato non tragga in inganno: è il segno di una più efficace presenza sul territorio e di una ritrovata collaborazione tra cittadini e polizia locale. Importante in tal senso il consolidamento dei Controlli di Vicinato, che ci segnalano con grande tempestività molte situazioni di rischio o pericolo». «I risultati sin qui raggiunti sono di gran lunga superiori a quanto ottenuto in passato – dichiarano all'unisono le due Amministrazioni - Cogliamo l'occasione per ringraziare il comandante Crema, il vicecomandante Michielin e i 4 agenti per il loro impegno e la loro costante disponibilità».

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Palazzetto da intitolare a Sara Anzanello: l'opposizione abbandona l'aula

  • Il Ca' Foncello entra nel programma di ricerca dell'Università di Padova

  • Decano della ristorazione e re dei funghi, addio a Roberto Miron

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Furgone si schianta contro un platano, due morti e un ferito grave

Torna su
TrevisoToday è in caricamento