Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

Il piccolo Riccardo Murador è morto nella notte tra sabato 15 e domenica 16 giugno. La tragedia si è consumata a Villa Fiorita durante le nozze di una coppia di amici dei genitori

La comunità di Salgareda è ancora sotto choc per la tragica e improvvisa scomparsa di Riccardo Murador, il bimbo di appena un mese d'età morto lo scorso weekend in una tragedia ancora inspiegabile per i suoi familiari.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", sabato pomeriggio il piccolo Riccardo stava partecipando con tutta la famiglia al matrimonio di un caro amico dei genitori. Il rinfresco nuziale, a Villa Fiorita di Monastier, stava procedendo al meglio. L'atmosfera era di grande festa ma, all'improvviso, il piccolo Riccardo ha iniziato a sentirsi male, faceva fatica a respirare e aveva tutti i sintomi di una crisi cardiaca. Immediato l'intervento di un invitato, presente in sala, che è riuscito a rianimare il piccolo e a chiamare sul posto l'ambulanza. Quando i medici sono arrivati, però, hanno capito subito che la situazione era disperata. Il piccolo Riccardo, nato lo scorso 16 maggio, è stato portato d'urgenza all'ospedale Ca' Foncello di Treviso ma, nella notte tra sabato e domenica, il suo cuore ha smesso per sempre di battere, nonostante i tentativi disperati di rianimarlo. Una notizia che ha sconvolto i genitori Emanuele Murador e Sara Pezzutto. La coppia, residente a Salgareda, oltre al piccolo Riccardo aveva già un altro figlio ma nessuno in paese si capacita di come sia stato possibile che il bimbo sia morto in questo tragico modo. I genitori sono due giovani molto conosciuti a Salgareda. Il papà Emanuele, grande appassionato di calcio, lavora come tecnico nell'azienda mottense Nuova Sicurezza mentre la mamma Sara è impiegata presso l’azienda di Gorgo al Monticano Daliform. L'arrivo del piccolo Riccardo aveva portato una nuova ventata di gioia nelle loro vite. In un mese di vita il piccolo sembrava godere di ottima salute. Chi conosceva bene la famiglia dichiara che in poche settimane il neonato aveva già preso un chilo di peso, niente poteva far presagire una fine tanto tragica quanto improvvisa. Sul corpo del neonato i genitori hanno voluto venisse disposta un'autopsia per fare chiarezza sulle esatte ragioni che hanno portato alla morte del loro piccolo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento