Borse di studio per ricordare Gloria e Marco morti nella Grenfell tower

Da Londra arriva l'architetto Peregrine Bryant, proprietario dello studio dove lavorava Gloria Giannino Gottardi: «Daremo 7 borse di studio per premiare i giovani più meritevoli»

In foto: Marco Gottardi e Gloria Trevisan morti nella Grenfell Tower di Londra

Nasce dal ricordo di Marco Gottardi e Gloria Trevisan, i due giovani architetti veneti vittime dell’incendio del grattacielo di Londra, il convegno dal titolo “Sicurezza e qualità del progetto” organizzato dall’Ordine degli Architetti di Treviso in collaborazione con il Coordinamento Regionale Veneto A.I.A.S. (Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza), con il patrocinio della Regione Veneto, del Comune di Treviso e della Federazione Ordini Architetti del Veneto.

L’incontro si è tenuto venerdì pomeriggio, 17 maggio, presso la Sala Verde di Palazzo Rinaldi ed era aperto a tutti gli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori anche non abilitati. «Sono intervenuti esperti in materia di sicurezza provenienti da tutta Italia e non solo – ha dichiarato il Presidente dell’Ordine Marco Pagani – Tra gli ospiti anche Peregrine Bryant, titolare dell’omonimo studio londinese dove lavorava Gloria Trevisan, tragicamente scomparsa insieme al fidanzato Marco, anche lui architetto. E’ stato proprio lui a parlarci dell’importanza delle borse di studio che gli studi inglesi di architettura mettono a disposizione degli studenti provenienti da tutto il mondo, e in modo particolare dall’Italia, per incentivare la loro presenza nella capitale. Vorremmo che gli stessi incentivi, le stesse possibilità potessero essere messe a disposizione anche qui, affinché l’Italia, il Veneto e la Marca diventino un luogo di attrazione importante per i giovani architetti, interessati per esempio ad approfondire il settore del restauro». Per ricordare il lavoro di Marco e Gloria lo studio di Peregrine Bryant ha dato vita  al G&M Award, una borsa di studio di 7.500 sterline, vinta nel 2018 da Giulia Pannocchia, studentessa livornese con laurea magistrale allo Iuav – Dipartimento di Architettura, Costruzione e Conservazione di Venezia.

tassinari-2

All’incontro erano presenti anche Linda Tassinari, assessore all’urbanistica del Comune di Treviso e Giannino Gottardi, padre di Marco: «Occuparsi di sicurezza è fondamentale perché significa evitare che altre persone possano perdere la vita, come è accaduto ai nostri meravigliosi ragazzi». Quello dei due giovani architetti non resta solo un ricordo: la fondazione Grenfellove, l’associazione fondata dai genitori di Marco, Giannino e Daniela, eroga ogni anno delle borse di studio, rivolte ai ragazzi più meritevoli. «Quest’anno – ha fatto sapere Gottardi - saranno sette, rivolte ai ragazzi che frequentano lo IUAV (ndr. su corsi di laurea o dottorati di ricerca o master, privilegiando tesi nel campo della tutela del territorio e della sicurezza degli edifici) e i due istituti superiori frequentati da Marco e Gloria, l’IIS Scarpa di San Donà e il liceo artistico di Padova».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendio divampa in casa, passante mette in salvo i residenti

  • Cronaca

    Sport trevigiano in lutto: è scomparso Roberto Contento

  • Cronaca

    Omicidio di Silea, il killer domani davanti al giudice

  • Incidenti stradali

    Ciclista investito, trasportato in gravi condizioni dopo l'impatto a terra

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipita e si schianta contro una casa, due morti

  • Lite in giardino, pensionato uccide il genero con una fucilata in faccia

  • Il Giro d'Italia arriva a Treviso: scuole chiuse in città

  • Suicida un ragazzo di 35 anni: troppo grave il peso della crisi depressiva che stava vivendo

  • Accusato di aver stuprato una 15enne in discoteca, una foto lo scagiona

  • Nessun giovane vuole il lavoro, la piscina assume un pensionato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento