Veneti nel mondo, domenica la festa sulla piana del Cansiglio

Alla giornata, organizzata dall’Associazione Trevisani nel mondo, con il supporto della Regione Veneto, parteciperanno il presidente del Veneto Luca Zaia e l’assessore regionale ai flussi migratori, Manuela Lanzarin

FREGONA La Piana del Cansiglio si prepara ad accogliere la decima edizione della Giornata regionale dei veneti nel mondo: domenica 29 luglio l’altopiano all’incrocio delle tre province di Treviso, Belluno e Pordenone dà appuntamento, in località Sant’Osvaldo, agli emigranti veneti e alle loro associazioni per l’ormai tradizionale “Cansiglio day”. Alla Giornata, organizzata  dall’Associazione Trevisani nel mondo, con il supporto della Regione Veneto che dieci anni fa ha istituto l’appuntamento come momento di ritrovo e di celebrazione pubblica della storia dell’emigrazione, parteciperanno il presidente del Veneto Luca Zaia e l’assessore regionale ai flussi migratori, Manuela Lanzarin.

Sarà il presidente della Regione a consegnare i premi “Eccellenze venete” a emigranti ed esponenti del mondo associativo dei veneti nel mondo che si sono particolarmente distinti per storia, sacrifici, realizzazioni.  I tre premiati, su proposta delle Associazioni venete e dei Comitati e Federazioni di veneti nel mondo, sono: Piergiorgio Boschiero,  nato a Fara Vicentino, per il suo impegno nell'associazionismo in Uruguay, Amalia Pavanel, nata in Francia da genitori di origine veneta, imprenditrice di successo e presidente dell’Associazione Veneti nel Mondo Peru, e Odino Soligo, nato a Trevignano 97 anni fa, imprenditore di successo e impegnato nell’associazionismo in Canada.

Domenica la festa nella tensostruttura a Sant’Osvaldo si aprirà con le note della fanfara alpina di Conegliano e la sfilata di benvenuto (ore 10.45). Alle 11 l’arcivescovo Alberto Bottari de Castello, di Montebelluna e già nunzio apostolico in Africa, Giappone e Ungheria,  presiederà la concelebrazione eucaristica all’aperto con don Canuto Toso, don Giacomo Ferrighetto e don Angelo Arman, i sacerdoti che hanno condiviso la storia dell’emigrazione veneta. Seguiranno i saluti delle autorità presenti e la consegna delle onorificenze “Eccellenze venete”. La festa continuerà con il pranzo nella tensostruttura e poi con i canti  tipici dell’emigrazione veneta eseguiti dal gruppo corale “Agogica”.

Per tutta la manifestazione nella chiesetta di Sant’Osvaldo sarà visitabile la mostra di pittura su “La donna nell’emigrazione veneta”. La Regione Veneto contribuisce all’organizzazione della Giornata, curata dall’Associazione Trevisani nel Mondo, e all’ospitalità dei premiati stanziando 15 mila euro.

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Ciclismo trevigiano in lutto: Christian Cigaia perde la vita a soli 47 anni

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Schianto frontale tra camion e auto sulla Postumia, muore 60enne

  • «Lo ha fatto apposta, ha sterzato di colpo contro l'altra macchina»

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento