Candidata a sindaco bersagliata da messaggi sessisti su Facebook

Federica Ortolan, in lizza per guidare il Comune di Carbonera, è stata più volte molestata sui social ed è accusata di essere troppo giovane per fare il primo cittadino. La solidarietà del sindaco Gabriele Mattiuzzo

Federica Ortolan

Federica Ortolan, 30 anni, mamma e moglie, laureata e libera professionista, ha due handicap per poter aspirare a fare il sindaco: è donna ed è giovane. Questo emerge dai commenti lasciati da alcuni nel suo profilo Facebook: nel 2019, 30 anni sembrano essere un’età incompatibile con le responsabilità derivanti dal ricoprire il ruolo di primo cittadino.

Ma non solo, essere donna attrae anche attenzioni indesiderate e affermazioni sessiste che testimoniano ancora l’arretratezza e la misoginia di una parte di popolazione maschile: «Sono amareggiata da quello che leggo nei miei canali social: per qualcuno sono troppo giovane per fare il sindaco. Ma ci rendiamo conto? 30 anni, una famiglia e un lavoro non sono sufficienti a garantire la capacità di fare di una persona? E’ proprio vero che questo non è un Paese per giovani, dove a 50 anni ti chiamano ancora ragazza. E poi sono indignata per le reazioni di quei “maschioni da tastiera” che l’unica cosa che sanno commentare quando su Facebook quando vedono una candidata donna sono allusioni sessuali e misogine. Sono due aspetti che mi fanno lavorare ancora con maggiore impegno in questa campagna elettorale che spero di  vincere anche per poter dimostrare che donna e giovane non sono due handicap».«»

Commenti_Ortolan-2

Solidarietà a Federica Ortolan arriva da Gabriele Mattiuzzo e dalla sua squadra che condannano i toni irrispettosi e sessisti di alcuni utenti sui canali social dell’avversaria della Lega. «Espressioni contro le donne non rappresentano la popolazione di Carbonera - afferma Gabriele Mattiuzzo, sindaco uscente e candidato per il secondo mandato con la lista Impegno Civico Carbonera - a Federica che ha dimostrato la sua passione politica in questi ultimi cinque anni vogliamo esprimere la nostra piena solidarietà. Purtroppo questo espressioni sui social non sono poi così distanti dal linguaggio, anche di stampo maschilista e intollerante, al quale lo stesso vicepremier Salvini ci ha abituato. Il ruolo della donna è di valore in tutti gli ambiti, dalla famiglia al lavoro, dal volontariato allo sport, fino alla politica. Questo nostro pensiero drammaticamente non appartiene a tutti i partiti e questo lo abbiamo capito viste anche le apparizioni dei big della Lega al recente congresso di Verona. Noi -conclude Mattiuzzo- ci fermiamo invece al nostro territorio e al benessere di chi lo vive, senza nessun condizionamento, senza nessuna interferenza. Spero di avere presto l’occasione di incontrare Federica ed esprimerle di persona la nostra solidarietà»Paola Roma, già sindaco a Ponte di Piave e candidata con la lista ViviPonte, esprime solidarietà a Federica Ortolan, candidata a sindaco di Cabonera, dopo le offese subite: «Cara Federica, massima solidarietà, comprendo benissimo cosa ti sta accadendo. Come te sono donna, sono giovane e, purtroppo, è all'ordine del giorno essere vittima di offese e insulti davvero inopportuni da parte di avversari poco rispettosi – racconta Paola Roma – quello che posso dirti è: non scoraggiarti, vai avanti per la tua strada, c’è bisogno di amministratrici giovani che portino avanti il cambiamento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento