Fondazione Cassamarca: sciolta la convenzione per il Teatro Comunale

L'ente trevigiano ha approvato il bilancio consuntivo del 2018 con un disavanzo di 78 milioni di euro. Stop alla convenzione siglata con il Comune per la gestione del teatro cittadino

In foto: il teatro Comunale di Treviso (immagine d'archivio)

Nella seduta odierna il Consiglio di attuazione e amministrazione di Fondazione Cassamarca ha approvato la proposta di bilancio consuntivo relativa al 2018, che sarà definitivamente votata dal Consiglio di indirizzo e di programmazione il prossimo 30 aprile. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'anno si è chiuso con un disavanzo di 77.996.289 euro. Non tutte le perdite registrate corrispondono a flussi in uscita di denaro però. Pesano, infatti, scelte strategiche che comportano perdite solo virtuali. Tra queste, ad esempio, la decisione di sciogliere la convenzione con il Comune di Treviso per la gestione del Teatro Comunale, che porta a dover imputare la somma di circa 16,4 milioni di euro (pari all’ammortamento residuo) per l’intero all’esercizio 2018. Da tenere presente anche la destrutturazione della polizza finanziaria Swiss Life detenuta in portafoglio, allo scopo di poter estinguere, al più presto e completamente, l’intero debito di Cassamarca verso Unicredit, attualmente pari 28,4 milioni di euro. Una voche che porta con sé il peso di una svalutazione da ascrivere al 2018 pari a circa 16 milioni di euro. L’estinzione del debito libera però Fondazione dall’obbligo di pagamento degli interessi annuali in ragione di circa 300 mila euro. «Si tratta di un bilancio di segno altamente negativo - concludono i vertici di Cassamarca - se si guardano solo i numeri, ma è suscettibile di valutazione positiva in quanto spiana la strada al risanamento effettivo delle casse di Fondazione, permettendo alla stessa di tornare a essere, nel futuro, l’Ente promotore di cultura, arte e tanto altro che è stata in passato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

  • Grave lutto per tutto il rugby veneto: a soli 55 anni si è spento Aldo Aceto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento