Impone la legge islamica a madre e sorella, il giudice lo allontana da casa

A finire davanti al giudice un 21enne di origine marocchina residente a Castelfranco Veneto. Il giovane è stato denunciato dai famigliari per lesioni e ingiurie

Il tribunale di Treviso

Portato sulla strada dell'estremismo islamico da "cattive amicizie" sarebbe diventato l'aguzzino della madre e delle sorelle a cui imponeva le regole della sua fede islamica integralista. T.O. un 21enne di origine marocchina residente a Castelfranco Veneto, è stato denunciato dalla mamma e dalla sorella maggiore per lesioni e ingiurie. Nei suoi confronti il gip di Treviso ha emesso la misura cautelare dell'allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento alla mamma e alle sorelle, di cui una minorenne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A denunciarlo per lesioni e ingiurie sono stati proprio i familiari alla fine di marzo dopo che il giovane aveva aggredito la sorella maggiore 20enne perchè era rimasta fuori casa con amici fino a tarda sera. Inoltre, secondo il racconto della mamma, voleva tenere la sorella minore 17enne segregata in casa perchè fra i conoscenti della ragazzina ci sono anche maschi. «Non è una cosa da buona mussulmana che li frequenti»: avrebbe detto. E le discussioni sarebbero sfociate in vere e proprie aggressioni fisiche. «E' tutta colpa delle cattive amicizie -punta il dito la madre- ha conosciuto della gente che lo ha portato sulla strada della radicalizzazione e lo hanno fatto diventare un fanatico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento