Auto senza assicurazione o revisione e divieti di sosta: +9,4% di multe a Castelfranco

Ben 90 sono state le ammende per parcheggio su spazi riservati ai disabili e 313 su strisce pedonali e marciapiedi. Anche nel 2018 consistente è il dato delle sanzioni con passaggio con il rosso rilevate tramite il sistema Vista Red (1.906)

Il sindaco Marcon e i suoi vigili

Anno nuovo tempo di bilanci per l’attività del corpo di Polizia Locale cittadino, dallo scorso mese di settembre guidato dal comandante, dott.ssa Pina Moffa. Un 2018 impegnativo per il personale in divisa castellano che, nel corso dell’anno, ha subito una diminuzione nel numero degli operatori senza però ridurre gli interventi nel Territorio che, cifre alla mano, hanno segnato un aumento su tutti i fronti dell’azione di controllo di polizia urbana. «Ci siamo lasciati alle spalle un anno molto impegnativo – commenta il sindaco, Stefano Marcon che detiene la delega alla Sicurezza – e ringrazio il Comandate e tutto il personale per la grande dedizione al lavoro. La Polizia Locale si pone costantemente a servizio della Cittadinanza e lo fa con grande passione, professionalità, senso di responsabilità e senza alcuna volontà repressiva. Solo con l’apporto di tutti ed il rispetto che ognuno di noi, nel quotidiano, deve mettere per gli altri e la cosa pubblica possiamo ottenere risultati importanti per rendere ancor più vivibile e sicura la nostra Castelfranco».

Dati alla mano, nel 2018, le violazioni sono cresciute del 9.4% raggiungendo il numero di 8.561 verbali. Tra questi, grazie all’apporto di strumenti di controllo automatici, spicca l’aumento delle violazioni per mancata revisione degli automezzi (+46% pari a 177 verbali) e di copertura assicurativa (+17% pari a 56 verbali) e le multe per divieto di sosta emesse dagli ausiliari (1.307 con +40%) e dal personale di Polizia Locale (1.190). Da evidenziare che 90 sono state le ammende per parcheggio su spazi riservati ai disabili e 313 su strisce pedonali e marciapiedi, un numero che evidenzia ancora la mancanza di senso civico di talune persone. Anche nel 2018 consistente è il dato delle sanzioni con passaggio con il rosso rilevate tramite il sistema Vista Red (1.906). 12 le patenti ritirate nel corso dell’anno e 49 i sequestri amministrativi di mezzi mentre con una fotografia generale, nel 2018 sono stati scalati dalle patenti di guida 7.252 punti. Tra le sanzioni più frequenti, oltre al divieto di sosta, l’omessa precedenza, la perdita di controllo del veicolo e danni a cose e manufatti. 50 i sinistri che hanno richiesto un intervento di rilevazione (+85%) di cui 32 con feriti e purtroppo nel 2018, 2 con decessi.

nuovo_comandante-2

La Polizia Locale nello scorso anno ha impiegato 5.500 ore di pattugliamento del territorio oltre a 1.125 ore di servizio di viabilità in orario scolastico e 550 ore in eventi e manifestazioni. 648 le ore di servizio di controllo del territorio in orario serale, soprattutto nei fine settimana estivi. Con l’obiettivo di crescere cittadini consapevoli, la Polizia locale è intervenuta con 200 ore nel trasmettere le fondamenta dell’educazione stradale nelle scuole Primarie Masaccio, Borgo Padova, Colombo, Salvarosa, Villarazzo e San Floriano e nelle scuole dell’infanzia di Treville, Largo Asiago, Sant’Andrea, Campigo, Umberto I° e Via Verdi. Da segnalare poi le attività a supporto dell’Associazione anziani Giorgione e nei progetti Bimbi in bici e 10.000 Passi del Benessere. Ma l’attività di controllo del rispetto del Codice della Strada è solo una parte del lavoro dagli Agenti castellani. Tra l’ampio servizio di accertamento vanno messe in evidenza il considerevole aumento delle violazioni al Regolamento comunale (+107%), pari 103 sanzioni, tra le altre per occupazione abusiva di suolo pubblico, decoro urbano, pubblici spettacoli ed altre ancora. 221 le verifiche effettuate nell’area camper con 30 violazioni accertate (+300%). 280 i controlli al mercato settimanale a venditori ambulanti sia con posto fisso sia precari per l’aspetto metrico (bilance), la conformità degli spazi occupati, l’esposizione e la regolamentazione dei prezzi delle merci, la regolarità documentale e di circolazione dei veicoli utilizzati per l’attività, la presenza del rapporto di lavoro con dei dipendenti con regolare rapporto di lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dell’anno son stati eseguiti controlli rivolti anche a commercianti itineranti (5 le violazioni contestate), in pubblici esercizi (70 controlli), nei parchi, nella manutenzione del verde privato (30 controlli con 25 sanzioni), nella tutela di animali, di abbandono di rifiuti (28 sanzioni), inquinamento acustico, lotta alle zanzare, nel rispetto dei rumori da cantieri edili, a mezzi e conducenti di mezzi per trasporto di studenti, 5 sono state le richieste di TSO a pazienti ai quali è stata certificata alterazione psichica tale da richiedere urgente intervento terapeutico ed altrettante le segnalazioni per l’uso di stupefacenti effettuate anche con il supporto delle unità cinofile. Dato singolare infine proviene dal numero di oggetti o documenti rinvenuti del quale è stato provveduto alla restituzione all’interessato oppure al deposito comunale. 77 son stati gli oggetti rinvenuti nel corso dell’anno consegnati alla Polizia Locale da bravi ed onesti Cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento