Marca Occidentale, nasce il più grande distretto di polizia locale della provincia

Accordo tra i sindaci Cristina Andretta di Vedelago, Matteo Guidolin di Riese Pio X, Stefano Bosa di Resana, Silvano Marchiori di Loria del Comune di Castelfranco Veneto, Stefano Marcon, e del Comune di Altivole, Sergio Baldin

CASTELFRANCO VENETO Determinazione e condivisione. Sono questi gli elementi essenziali di un’intesa che vede 6 sindaci della castellana, riunirsi attorno ad un tavolo e siglare una lettera congiunta di intenti che costituisce, di fatto, un primo passo verso un Servizio Comune di Polizia Locale che copre ben 213 kmq di territorio, il più vasto di tutta la marca. I Sindaci dei Comuni dell’Unione Marca Occidentale -Cristina Andretta di Vedelago, Matteo Guidolin di Riese Pio X, Stefano Bosa di Resana, Silvano Marchiori di Loria- del Comune di Castelfranco Veneto, Stefano Marcon, e del Comune di Altivole, Sergio Baldin, nella giornata di oggi, presso il Comando di Polizia Locale di Castelfranco Veneto, hanno infatti sottoscritto un accordo, unanime, sulla loro intenzione di dar vita ad un servizio intercomunale di Polizia Locale; un accordo nel quale trovano ragione non solo motivazioni legate all’omogeneità territoriale, sociale ed economico-produttiva dei comuni firmatari, ma anche e soprattutto valutazioni di opportunità e convenienza, finalizzate sempre e comunque a migliorare un servizio divenuto nel tempo fondamentale e determinante per la sicurezza e le esigenze dei cittadini e delle comunità di riferimento.

1807_intesa_polizia (3)-2

I primi cittadini, consapevoli della necessità di verificare operativamente le opportunità, le convenienze ed i vantaggi conseguenti all’approvazione, da parte dei loro Consigli Comunali, di una Convenzione che abbia ad oggetto la gestione unica del servizio di Polizia Locale, hanno quindi dato mandato ai funzionari ed ai responsabili comunali, di costituire un tavolo tecnico incaricato di elaborare entro i primi giorni di settembre, un dettagliato studio di fattibilità che evidenzi, nero su bianco, i benefici per tutto il territorio castellano interessato. Lo studio di fattibilità, tuttavia, non sarà solo finalizzato a valutare i costi e benefici del nuovo modello organizzativo della Polizia intercomunale e a certificare, come ci si attende, i vantaggi e le utilità (anche, ma non solo, economiche) del servizio Convenzionato, ma darà conto di una nuova ed innovativa riorganizzazione dell’attività e della struttura della Polizia Locale. Le amministrazione coinvolte hanno già condiviso, in un quadro generale, le prime basi dalle quali partire: il Comando generale avrà sede presso gli attuali uffici di Polizia del Comune di Castelfranco, pur mantenendo presso i Comuni coinvolti, un distaccamento decentrato, finalizzato a presidiare il territorio di riferimento; nonché l’individuazione  di chi guiderà questo grande distretto ovvero il Comandante dell’Unione dei Comuni Marca Occidentale, Maurizio Zorzi e il suo Vice Comandante l’ufficiale di polizia locale di Castelfranco V.to, Pina Moffa.

1807_intesa_polizia (4)-2

“Il nostro scopo” dichiarano i 6 Sindaci “è di realizzare un servizio convenzionato che metta al centro le esigenze della nostre comunità e dei nostri territori, costituendo in primis una capillare attività di controllo del nuovo distretto, di prevenzione ed accertamento di ogni tipo di illecito, garantendo l’ordine pubblico e migliorando la percezione della sicurezza dei nostri concittadini. E’ al vaglio dello studio di fattibilità l’individuazione di un terzo turno di pattuglia che potrà coprire la fascia serale e notturna. Una visione su un’area vasta piena di potenzialità come la Castellana, un primo passo davvero importante a dimostrazione che fare squadra non è una cosa impossibile”. Accanto a tale finalità, tuttavia, se ne aggiungono altre, tra le quali, sottolineano i primi cittadini “l’obiettivo di ridurre i costi del servizio, rispetto a quello attualmente in essere, attraverso un’ottimizzazione delle risorse, umane e strumentali, ed una specializzazione degli agenti in servizio”. “Infine non va trascurato il fatto”, concludono i 6 firmatari dell’accordo, che “le forme associative di funzioni e servizi intercomunali, come quello che abbiamo in animo di costituire, beneficiano di importanti finanziamenti pubblici, statali e regionali. Laddove il nostro progetto fosse meritevole di tali contributi, manifestiamo sin d’ora la nostra intenzione di investirli su progetti ed interventi per la sicurezza dei nostri concittadini”.

Il nuovo distretto di Polizia Locale, una volta confortato dagli esiti positivi dello studio di fattibilità, vedrà impegnati ben 34 uomini, compresi agenti ed ufficiali (18 dell’Unione Marca Occidentale, 13 del Comune di Castelfranco Veneto, 3 del Comune di Altivole), 12 autovetture dedicate, 2 unità mobili attrezzate, 4 motociclette.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autotrasporti: in arrivo i rimborsi per i costi delle patenti professionali

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Schianto contro un'auto, grave motociclista 46enne

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

Torna su
TrevisoToday è in caricamento