25 aprile: viaggio nella memoria tra le due guerre che hanno devastato l'Europa

La celebrazione del 25 aprile è un appuntamento irrinunciabile per l’amministrazione comunale di Ponte di Piave

PONTE DI PIAVE Quella di quest’anno è stata una riflessione sul Novecento che fu teatro di due terribili guerre mondiali, per non dimenticare il sacrificio compiuto da tanti uomini per il nostro Paese. “La cerimonia di quest’anno – ha dichiarato il Sindaco Paola Roma – si è svolta lungo il Piave – fiume sacro alla Patria – dove cent’anni fa si sono combattute le più aspre battaglie. E’ stata l’occasione per scoprire una nuova stele del progetto “I percorsi della Grande Guerra” donata dalla società Wurbs Srl di Negrisia che riproduce i nomi dei Caduti di Ponte di Piave, ricordando così quanti hanno combattuto e non hanno fatto più ritorno dai campi di battaglia.

Commovente il momento in cui è stata consegnata ai familiari del concittadino Nillo Pavan, il diploma di autorizzazione a fregiarsi del Distintivo del periodo bellico 1940 – 1943 e la Croce al Merito di Guerra per la partecipazione alle operazioni durante il conflitto 1940 – 1945 con annessa insegna metallica e nastrino. Presente alla cerimonia il Ten. Col. Mauro Altieri, capo Ufficio COCIM, in rappresentanza del Generale di Corpo d’Armata , Paolo Serra, del Comando Forze Operative Nord di Padova, al quale va il più sincero ringraziamento da parte dell’Amministrazione comunale per la laboriosa opera di ricerca archivista operata dall’Ufficio Documentale del Comando.

Il Sindaco ha premiato con un riconoscimento anche i familiari di Ruggero Lorenzon che nel corso del primo conflitto mondiale insieme al coetaneo Lorenzon si è reso protagonista di un episodio di eroismo subito dopo la Battaglia del Solstizio, fornendo importantissime informazioni sulle condizioni del nemico. Nel corso della cerimonia è stato ricordato Don Antonio Lanzarini, arciprete di Negrisia che rimase al fianco degli abitanti della frazione nei giorni dell’assedio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

unnamed-1-122-45

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Macabro ritrovamento in serata: scoperto un cadavere vicino al Melma

  • Cronotachigrafo "truccato" e mezzo sovraccarico: camionista stangato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento