Apre anche a Ponzano il centro Sollievo da Alzheimer o demenza

L'annuncio Dell'assessore alle Politiche sociali e sanitarie del comune di Ponzano Katja Turk, nella giornata mondiale dell'Alzheimer

PONZANO VENETO A partire da giovedì 27 settembre, anche il territorio di Ponzano Veneto sarà munito di un “Centro di Sollievo” a favore delle persone affette da Alzheimer o da demenza. Le attività si svolgeranno ogni giovedì mattina presso la Casa delle Associazioni del Comune, in via Sant'Andrà nella frazione di Ponzano, già concessa in uso al circolo Auser (Associazione per l'invecchiamento attivo) “Chicco di Grano”,  che ha dato immediatamente la propria disponibilità a divenire partner del progetto. Il Comune garantirà inoltre il trasporto sociale gratuito a coloro che ne avranno necessità. L'iniziativa è a costo zero per il bilancio comunale, fatti salvi i costi derivanti dalle risorse umane e strumentali messe a disposizione.

“Sollievo” è un progetto regionale avviato nel 2013 per mettere in atto azioni di sostegno alle persone ammalate e alle famiglie che le accudiscono, seguendo percorsi di assistenza e contrasto omogenei in tutto il territorio trevigiano, grazie all'intesa firmata da associazioni di volontari e dottori specializzati dell'Ulss 2.  I Centri di Sollievo hanno dunque una triplice valenza:

  • fornire al malato stimoli per mantenere o sviluppare le abilità residue;
  • dare al malato occasione di socializzazione;
  • alleggerire il carico assistenziale delle famiglie, permettendo al contempo di mantenere a domicilio il congiunto.

“Siamo orgogliosi di annunciare proprio oggi, nella Giornata Mondiale dell'Alzheimer, che giovedì prossimo verrà inaugurato verrà inaugurato il Centro di Sollievo di Ponzano Veneto – commenta Katja Turk, assessore alle Politiche sociali e sanitarie del Comune – si tratta di uno strumento fondamentale di supporto sanitario e sociale, che l'Amministrazione ora mette a disposizione della propria comunità.  Ovunque il progetto “Sollievo” sia stato attivato nella Marca, ha favorito, ha assicurato un imprescindibile sostegno nella difficile e stressante gestione del familiare affetto da demenza, offrendo alle famiglie una strategica rete di supporto emotivo e pratico”.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Palazzetto da intitolare a Sara Anzanello: l'opposizione abbandona l'aula

  • Il Ca' Foncello entra nel programma di ricerca dell'Università di Padova

  • Decano della ristorazione e re dei funghi, addio a Roberto Miron

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Furgone si schianta contro un platano, due morti e un ferito grave

Torna su
TrevisoToday è in caricamento