Addio a Cesare Bovolato, patron dei supermercati Cadoro

L'imprenditore è morto a 88 anni nella sua casa di Mestre. Nel 1964 aveva dato vita alla catena Cadoro che oggi vanta 23 supermercati e un fatturato da 200 milioni di euro

Cesare Bovolato alla recente inaugurazione del Cadoro di Mogliano (Foto tratta da Facebook)

Cadoro in lutto per la scomparsa di Cesare Bovolato a 88 anni. Il patron della celebre catena di supermercati è venuto a mancare nella notte tra domenica 27 e lunedì 28 ottobre nella sua casa di Mestre.

Un lutto inatteso dal momento che Bovolato sembrava godere di ottima salute e solo pochi mesi fa aveva presenziato all'inaugurazione del nuovo supermercato inaugurato a Mogliano Veneto. La storia di Bovolato inizia nel 1964 a Mestre con l'apertura del primo punto vendita della catena di supermercati Cadoro. Un impero che oggi vanta ben 23 punti vendita in tutta Italia, un fatturato da 200 milioni di euro e oltre mille dipendenti. Una straordinaria avventura imprenditoriale partita dal Veneto e arrivata fino in Friuli e in Emilia Romagna. Bovolato ha saputo trasformare il mestiere del "casoin" veneto in una figura lungimirante e intraprendente nel costruire un impero aziendale ancora oggi in piena crescita dopo oltre 50 anni di attività. Un lavoro, quello di Bovolato, che l'ha portato a lasciare un segno importante anche nello sviluppo urbanistico di Mogliano Veneto dove, negli ultimi anni, era stato protagonista della riqualificazione uranistica del centro. La notizia della sua morte si è diffusa nella giornata di lunedì sui social dove numerosi dipendenti della Cadoro ne hanno annunciato la scomparsa. Bovolato lascia i figli Lara e Luca a cui ora spetterà il compito di mandare avanti l'azienda fondata dal padre. Questo il loro commento dopo la notizia della scomparsa del padre: «È venuto a mancare un imprenditore noto e rispettato, ma soprattutto un uomo che non ha mai smesso di essere di esempio per tutti quanti l’hanno conosciuto, come marito, come padre e come nonno. L’azienda che ha creato proseguirà nel cammino che lui ha tracciato, con la passione, la curiosità e la sobrietà che lo hanno sempre distinto». "Il signore dei carrelli" era il titolo del libro biografico che gli era stato dedicato dal giornalista Edoardo Pittalis in occasione del 50esimo anniversario dei supermercati Cadoro. Un imprenditore che ha contribuito alla crescita del Nordest lasciando un segno difficile da dimenticare.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento