I Laghetti Blu chiudono: troppo alti per i volontari i costi di gestione dell'area

L'associazione che ha in gestione l'area non riesce più a far fronte, con le proprie risorse, alla manutenzione continua. Servirebbero investimenti pubblici, ma nessuno si è fatto avanti

Si chiude un'era, forse. E' difatti delle ultime ore, come riporta anche "la Tribuna", la notizia che i volontari dell'associazione che ha in gestione l'area dei Laghetti Blu in Fadalto hanno deciso di chiudere definitivamente i cancelli. Troppo alti, purtroppo, i costi di manutenzione continua dell'intera zona, soprattutto perché a totale carico dei singoli volontari in quanto, seppur area privata di Enel, la stessa è stata data in gestione all'associazione senza contributi pubblici o privati. A decretare la fine di questa avventura ci sono anche i danni causati dagli ultimi episodi di maltempo che hanno provocato possibili ulteriori spese per migliaia di euro per rimuovere le decine di piante fatte cadere dal vento, oltre alla sistemazione di alcune panchine per il pubblico. Una situazione, quindi, ormai non più sostenibile economicamente con la forza e la passione di chi da anni si prende cura di questo bel territorio senza alcun aiuto esterno.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

Torna su
TrevisoToday è in caricamento