Ciliegie di Maser: «Compromesso il 70% della produzione»

Danni per almeno 400mila euro alle coltivazioni rovinate dalla grandine di aprile e dal maltempo di maggio. Confermata però la tradizionale mostra in programma nel weekend

Una primavera all'insegna del maltempo ha avuto effetti a dir poco devastanti sulle ciliegie di Maser, frutto simbolo del Comune trevigiano. Tutto ha avuto inizio con la violenta gradinata del 27 aprile scorso, seguita da un mese di maggio all'insegna della pioggia e delle temperature rimaste sempre diversi gradi sotto la media stagionale.

Stando a quanto riportato da "Il Gazzettino di Treviso", i danni per la produzione di quest'anno ammonterebbero ad almeno 400mila euro. Mille quintali di ciliegie sarebbero da buttare e il 70% della produzione rischia di essere compromesso. Un danno economico grandissimo per i produttori della zona, costretti a salvare il salvabile in un'annata che difficilmente verrà dimenticata presto. La notizia postiva è che, nonostante questi numeri impressionanti, i produttori sono riusciti comunque ad allestire la tradizionale Mostra della ciliegia in programma questo fine settimana, tra sabato e domenica. Un appuntamento da non perdere con ben 500 quintali di ciliegie in mostra per i visitatori. Il meglio di un'annata a dir poco sfortunata. La mostra comincerà sabato sera con il concerto nel tempietto di villa Barbaro ed entrerà nel vivo domenica con la mostra-mercato in cui si potranno ammirare e soprattutto comprare e assaggiare le migliori ciliegie di questa stagione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento