Cimadolmo, Ponte di Piave, San Polo di Piave e Salgareda uniti per l'inclusione sociale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

CIMADOLMO Il Comune di Cimadolmo, insieme ai comuni di Ponte di Piave, capofila dell’iniziativa, San Polo di Piave, Salgareda, sono risultati assegnatari di contributo per un progetto finanziato dalla Regione Veneto per favorire l’inserimento lavorativo temporaneo di persone disoccupate e prive di tutele. Il progetto prevede l’assunzione tramite cooperative idonee del totale di 10 persone, in questi 4 comuni, per il periodo di 6 mesi, dichiara Francesco Truccolo che per il Comune di Cimadolmo è il delegato ai Servizi Sociali, tali persone verranno impiegate per lavori straordinari di tenuta del verde pubblico e per attività legate alla cultura e alle manifestazioni pubbliche, per il comune di Cimadolmo si tratta di 2 persone per 6 mesi, con una retribuzione vera e propria e la possibilità di formazione da parte della cooperativa e magari, ciò che tutti auspichiamo, una successiva eventuale futura assunzione da parte della cooperativa stessa, è un importante progetto per favorire l’occupazione nel nostro territorio che merita molta attenzione da parte dei cittadini, e vanno ringraziati tutti gli attori coinvolti in questa progettualità a partire dalla Regione Veneto, sempre sensibile a queste tematiche, i sindaci, gli amministratori dei comuni aderenti, i tecnici dei nostri comuni, per questa pianificazione che si chiama “4 Comuni uniti per l’Inclusione”, 4 comuni che si uniscono in questo caso e collaborano fattivamente in queste politiche attive del lavoro, per il proprio territorio, conclude Truccolo. I principali requisiti sono: Persone con età maggiore ai 29 anni, residenti nel Comune di Cimadolmo; Assenza di qualsiasi ammortizzatore sociale; Assenza di Partita Iva; Assenza di iscrizione al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio Italiane. SCADENZA: 10 OTTOBRE 2018 Informazioni Ufficio Servizi Sociali Tel 0422/1836200 int. 1 Bando e domanda disponibili sul sito del comune di Cimadolmo e su Amministrazione Trasparente.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento