Blitz degli animalisti a Cornuda contro "il sindaco che ama i botti"

Manifesti esposti all'esterno del municipio contro il primo cittadino, Claudio Sartor. La rivendicazione: Molti sindaci proibiscono o limitano l’uso dei botti. Sartor invece ha dichiarato di spararali lui stesso"

Blitz del movimento Centopercentoanimalisti nella notte a Cornuda: i soliti ignoti non hanno trovato di meglio da fare che esporre all'esterno del municipio alcuni manifesti di protesta nei confronti del primo cittadino Claudio Sartor, reo secondo gli attivisti di essersi espresso a favore dei botti di Capodanno. Una posizione, la sua, certamente controcorrente e scomoda in questo periodo storico e che ha irritato non poco gli animalisti.

IL COMUNICATO DEGLI ANIMALISTI Il sindaco di Cornuda (Treviso), Claudio Sartor, nei giorni scorsi ha perso un’ottima occasione di tacere. Forse per esibizionismo, forse perché certe fesserie le pensa veramente, si è espresso a favore dei botti di capodanno. Che, secondo lui, sarebbero una “tradizione”. Infatti, tradizionalmente provocano morti, feriti, invalidità, inquinamento, spreco di denaro. E, soprattutto, traumatizzano Animali che vengono terrorizzati e spesso muoiono per la paura o si feriscono cercando di scappare. E, se gli Animali domestici andrebbero custoditi al sicuro, gli Animali liberi non hanno difesa. Le tradizioni sbagliate e dannose vanno eliminate, questo dovrebbero capirlo anche a Cornuda. Molti sindaci proibiscono o limitano l’uso dei botti. Sartor invece ha dichiarato di spararali  lui stesso: bell’esempio di civiltà e civismo! E si inventa presunte “psicosi animaliste”, quando si tratta di semplice buonsenso. Militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI, nella notte tra il 3 e il 4 gennaio, hanno mostrato cosa ne pensano di lui e delle sue opinioni, con manifesti “ambasciatori”, non di Hans Holbein il Giovane, ma “stampati” da noi,  affissi sulle bacheche di fianco all’entrata e nel retro del Municipio di Cornuda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento