Coronavirus nella Marca: Arpav in prima linea per la riapertura del Guicciardini

Il personale, all'ufficio tecnico del nosocomio, sta effettuando i sopralluoghi per verificare ascensori, montalettighe, caldaie, impianti elettrici e di condizionamento

Già dallo scorso fine settimana anche Arpav collabora alla riapertura di alcuni ospedali decisa dalla Regione Veneto per rispondere all'emergenza nella regione. I tecnici dell'Agenzia valutano infatti aspetti di sicurezza degli impianti presenti nelle strutture ospedaliere individuate. Al momento gli ospedali interessati sono tre: l'ospedale di Monselice (PD) e di Valdobbiadene, alcuni reparti chiusi dell'ospedale di Isola della Scala (VR). Non ci sono ancora indicazioni certe sulla possibile riapertura dell'ospedale di Zevio in provincia di Verona. Il personale Arpav, in collaborazione con gli uffici tecnici dei rispettivi ospedali, sta effettuando i sopralluoghi per verificare ascensori, montalettighe, caldaie, impianti elettrici e di condizionamento ed individuare le attività necessarie per la messa in sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ospedali-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Sequestrata dai Nas la casa di riposo “Home Claudia Augusta”

Torna su
TrevisoToday è in caricamento