Coronavirus, scatta la quarantena obbligatoria per gli studenti veneti a rischio

La Protezione civile del Veneto ha reso noto che, da martedì 11 febbraio, sarà operativa in tutta la Regione l'ordinanza Borrelli sui rientri a scuola per gli studenti a rischio

Da martedì 11 febbraio l'ordinanza del capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, sarà ufficialmente attiva anche in Veneto. Il provvedimento riguarda la quarantena obbligatoria per gli studenti di ritorno da aree a rischio contagio.

L'ordinanza è rivolta agli studenti veneti di ogni ordine e grado senza distinzioni. Se nelle ultime settimane qualche ragazzo ha visitato da solo o con la famiglia le zone considerate a rischio Coronavirus non potrà tornare in classe prima di una quarantena obbligatoria nella propria abitazione. Il paziente a rischio dovrà inoltre essere tenuto sotto stretta sorveglianza dal Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria locale di riferimento. Il provvedimento ha fatto molto discutere l'opinione pubblica in questi giorni. Molti sostengono che limitare la quarantena solo al mondo della scuola e non anche a tutti i settori lavorativi sia inutile e dannoso. D'altro canto, nella Marca, c'era già stato un primo caso di quarantena volontaria con un giovane studente di origini cinesi tenuto in isolamento per due settimane prima del rientro tra i banchi di scuola. In Veneto, al momento, non sembrano esserci altri casi che potrebbero richiedere l'applicazione dell'ordinanza Borrelli ma l'attenzione sul tema resta molto elevata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Malore fatale: il cuoco dell'osteria Al Baston muore a 59 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento