Il Tempio Regina Pacis di Giavera verrà demolito: troppi i problemi statici dell'edificio

La chiesa del paese, costruita negli anni '70 e ormai in disuso dal 2000, verrà rasa al suolo per essere sostituita da una nuova struttura. Per il tutto però ci vorranno diversi anni

Il Tempio Regina Pacis

Problemi statici troppo ampi, datati e costosi da risolvere. Questo il motivo che, come riportano i quotidiani locali, ha portato il Consiglio comunale di Giavera del Montello a decidere di abbassare il grado di protezione dell'edificio di via Monsignor Longhin. L'idea, sicuramente non nuova in paese, è quella di demolire definitivamente la struttura costruita negli anni '70 (e mai veramente del tutto piaciuta ai cittadini) per costruire poi un nuovo luogo di culto nelle vicinanze, il tutto con l'ovvio nulla osta della parrocchia. In disuso ormai da venti anni (dal 2000, ndr.) per problemi statici che non hanno più reso sicuro l'intero edificio, di cui oggi si utilizza ancora solo la cripta, il Tempio nei prossimi anni scomparirà quindi per sempre, con buona pace di chi comunque ne ha sempre apprezzato l'architettura innovativa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus, ecco tutti i check-point per la consegna delle mascherine della Regione

  • Coronavirus, scomparso storico commerciante di ricambi d'auto

  • Coronavirus, addio al maestro di sci Silvio Baratto

  • Male incurabile, commercialista e padre di due figli muore a 50 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento