Oltre 500 piccoli inventori per “Eureka! Funziona!”, la gara di costruzioni tecnologiche

Promossa da Federmeccanica in accordo con il MIUR per educare i bambini all’imprenditorialità, è giunta alla settima edizione

Grande festa nelle scorse ore a Treviso per i vincitori della settima edizione di “Eureka!Funziona!”, la gara di costruzioni tecnologiche per giovani inventori. Oltre 500 gli alunni delle classi di quinta elementare provenienti da 20 delle 47 città italiane coinvolte nel progetto. Il BHR Treviso Hotel è stato per un giorno la scenografia perfetta di giochi, intrattenimenti, interviste ai piccoli protagonisti e spazi espositivi per le loro invenzioni. Ospiti d’onore: gli attori del Teatro Educativo, Alberto Maroni di AIF (Associazione per l'Insegnamento della Fisica), Maria Raffaella Caprioglio (Presidente UMANA), Francesca Santoro e Paola Scognamiglio, ricercatrici dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), area Bioengineering and Biotechnology. 

Il progetto Eureka!Funziona! attivo in Europa dal 2003, in Italia è stato promosso a livello nazionale da Federmeccanica in accordo con il MIUR e con la collaborazione di numerose Associazioni Territoriali di Confindustria. L’obiettivo è educare all’imprenditorialità: stimolare l'ingegno e sviluppare le competenze interdisciplinari e l’attitudine al lavoro di gruppo di migliaia di bambini al terzo, quarto e quinto anno della scuola elementare. Ai partecipanti è stato richiesto di elaborare, partendo da un kit di materiali, un’invenzione giocattolo traendo ispirazione dalla vita quotidiana. Il principio che anima Eureka! Funziona!, infatti, è proprio quello di utilizzare “l’invenzione” come strumento per imparare.

Grazie a questo progetto, Federmeccanica è stata invitata a prendere parte alla Coalizione per l'Imprenditorialità promossa dal MIUR ed Eureka! Funziona! è stato scelto come best practice nazionale. La Coalizione Nazionale per l’imprenditorialità ha l’obiettivo di rafforzare la diffusione di imprenditorialità e autoimprenditorialità in chiave digitale fra gli studenti italiani. Vi è, inoltre, l’intento di far diventare le competenze imprenditoriali parte integrante dei curricula degli studenti italiani, dalla scuola primaria alla secondaria di secondo grado. In questa edizione si rinnova la collaborazione tra Federmeccanica e Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), il centro di ricerca con sede principale a Genova e undici centri nel territorio nazionale (Torino, Milano, Trento, Roma, Pisa, Napoli, Lecce, Ferrara) e internazionale (MIT e Harvard negli USA). I programmi di ricerca di IIT si sviluppano assecondando il principio della biomimesi: lo studio dei processi biochimici, biomeccanici e biologici volto a imitarli per migliorare le tecnologie a disposizione dell’uomo.

Quest’anno al progetto hanno partecipato oltre 16.000 bambini delle scuole primarie. Federmeccanica, con la partecipazione delle Associazioni Territoriali, ha provveduto alla distribuzione di 3.250 kit, confezionati dall'"Associazione Realmonte" impiegando rifugiati politici, ma anche delle schede informative elaborate dall' "Associazione per l'Insegnamento della Fisica" (AIF) e da IIT, che ha provveduto a fornire la scheda KMD (che consente di azionare un motore in base alla quantità di luce presente in un ambiente) inserita nel kit per la realizzazione dei giochi.

«Eureka! Funziona! è uno dei progetti di cui vado più fiero anche perché riconosciuto come best practice dallo stesso Miur – evidenzia Federico Visentin, Vice Presidente di Federmeccanica con delega all’Education – Mai come oggi siamo consapevoli di quanto la formazione e lo sviluppo di skills trasversali (come il lavoro in team e il problem solving che il progetto affronta) siano centrali per la crescita competitiva del nostro Paese. Ci piacerebbe molto che lo spirito “imprenditivo” sperimentato durante Eureka!Funziona! potesse essere portato avanti dai piccoli studenti lungo tutto il loro percorso didattico, dalla scuola all’università. Sarebbe senza dubbio un grande aiuto per affrontare in maniera molto più semplice e consapevole l’ingresso nel mondo del lavoro. Quest’anno, per spiegare in maniera curiosa e divulgativa le nuove tecnologie, Federmeccanica ha promosso e supportato il libro "Ada, Alan e i misteri dell'IoT", un racconto che è stato distribuito a tutti i bambini presenti per guidarli alla scoperta del 4.0 e far loro scoprire i segreti di questo affascinante mondo».

«Ho personalmente seguito tutte le edizioni di Eureka!Funziona! nel mio territorio – ha dichiarato Antonella Candiotto, Vice Presidente Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso con delega alle Relazioni sindacali –  ed è stata ogni volta un’esperienza nuova ed istruttiva anche per noi adulti. E’ un onore e un piacere che Federmeccanica abbia scelto Treviso quale sede della finale nazionale di Eureka! Funziona! con centinaia di alunni provenienti da tutta Italia con i loro maestri. Il programma offre ai più piccoli conoscenze ed esperienze su ambiti tecnico – scientifici e competenze trasversali che ci piacerebbe fossero inseriti in tutti i percorsi formativi della scuola primaria, come avviene in altri paesi esteri.  Si devono ringraziare i maestri che con passione e competenza sanno educare in modo creativo all’apprendimento di queste nozioni che sono fondamentali nella formazione della personalità e della scoperta del mondo. Un apprendimento che nella scuola primaria coinvolge sia maschi che femmine, annullando pregiudizi e differenze di genere, incentivando anche le bambine a sviluppare interessi e seguire percorsi di studio tecnico-scientifico».

Visentin_Caprioglio_Franchi_Candiotto Eureka!Funziona! 2019_bassa-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Schianto auto-moto, ferito un centauro: deve intervenire l'elisoccorso

  • Nuova pizzeria nel cuore di Oderzo: al muro un Van Gogh con 40mila tappi di sughero

  • Fuggono ad un controllo di polizia ma si schiantano contro un negozio: grave un uomo

  • Grave incidente lungo la Feltrina: due uomini rimangono incastrati tra le lamiere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento