Social, a Mark Zuckerberg "non piace" l'arte del Canova

L'immagine "non rispetta le nostre normative in quanto mostra eccessivamente il corpo o presenta contenuti allusivi" secondo l'assistenza di Facebook che ha così censurato l'inserzione pubblicitaria della nota agenzia di comunicazione

TREVISO Dopo la Fontana delle Tette e il Bacio di Rodin tocca al Canova. Se nel mondo dei social c'è spazio per tutti pare che l'arte di casa nostra proprio non piaccia al fondatore della grande effe Marck Zuckerberg. L'immagine raffigurante "Amore e Pische" dello scultore Antonio Canova "non rispetta le nostre normative in quanto mostra eccessivamente il corpo o presenta contenuti allusivi" secondo l'assistenza di Facebook che ha così censurato l'inserzione pubblicitaria della nota agenzia di comunicazione trevigiana "Ideeuropee" di Piergiorgio Paladin e Andrea Vidotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un algoritmo non esattamente..."a regola d'arte" secondo Piergiorgio Paladin che ha condiviso così la foto con la risposta del supporto tecnico di Facebook su altri social evidentemente meno "stringenti". Non è la prima volta che Facebook censuri l'arte trevigiana. In passato era toccato a Marco Goldin rinunciare a "esporre" in bacheca il Bacio di Rodin, mentre il commerciante d'arte Francesco Li Volsi si è visto "bannato" il profilo dopo aver postato la fontana delle Tette. Chissà che un giorno Mark Zuckerberg non decida di venire a visitare le bellezze artistiche della Marca, avvisando così il suo supporto tecnico del malinteso...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento