Si fa assumere come bidello usando un diploma falso: scoperto e licenziato

Protagonista della vicenda un ventenne originario del Sud Italia, assunto all'inizio dell'anno scolastico presso la scuola primaria Anna Frank. Rischia una denuncia penale

Foto d'archivio

I controlli delle forze dell'ordine, innescati da un servizio di "Striscia la Notizia" sui falsi diplomati del Sud Italia assunti in Veneto, hanno portato al licenziamento immediato di un bidello meridionale assunto presso la scuola primaria Anna Frank di Mogliano Veneto.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", il ventenne aveva usato un diploma falso per farsi assumere all'inizio dell'anno scolastico come bidello. Messo sotto regolare contratto dall'istituto scolastico, prendeva uno stipendio che si aggirava intorno ai mille euro mensili e, non essendo originario della provincia di Treviso, aveva trovato alloggio nella foresteria del collegio Salesiano di Mogliano. Peccato però che il diploma utilizzato per farsi assumere fosse stato comprato proprio in uno dei "diplomifici" segnalati dal programma di Canale 5. Non appena il dirigente scolastico è stato informato dalle forze dell'ordine per il finto bidello è scattato il licenziamento immediato. Molti dipendenti della scuola moglianese lo ricordano oggi come una persona disponibile e molto professionale ma quel diploma falso è finito per costargli il posto di lavoro e ora il giovane rischia anche una denuncia penale alla magistratura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento