I cani eroe premiati alla Fiera di Santa Lucia di Piave

Saranno ospitati nel week end oltre 1000 amici a quattro zampe tra i più belli d’Europa per la seconda edizione dell’Esposizione internazionale cinofila di Treviso

SANTA LUCIA DI PIAVE Saranno 450 le razze e migliaia  gli splendidi  esemplari di cani in esposizione IL 1° e 2 settembre a Santa Lucia di Piave. Ospiti d'onore i cani-eroi che di professione  salvano vite umane in caso di terremoti e calamità. Due anni fa ospite d'onore era Dexter, lo Chien de  Saint-Hubert impegnato tra le macerie di Amatrice per salvare i superstiti. L'amministratore unico della  Fiera,  Alberto Nadal, in apertura assegnerà una simbolica medaglia  al  merito  “al Cane-Eroe”, che si è rivelato, ancora una volta, il migliore amico dell'uomo anche nei momenti più drammatici della storia recente. La marca trevigiana sarà pacificamente invasa da una moltitudine di appassionati cinofili e dai loro amici a quattro zampe, ospiti nel quartiere fieristico di Santa Lucia di Piave, per il prestigioso concorso internazionale organizzato dal Gruppo Cinofilo Trevigiano – Delegazione ENCI dove verranno assegnati prestigiosi premi e riconoscimenti agli amici a quattro zampe a cura di una giuria di esperti italiani ed internazionali.

“Siamo orgogliosi di poter ospitare, per la prima volta, questa prestigiosa manifestazione all’interno del nostro quartiere fieristico – dichiara Alberto Nadal, amministratore unico dell’Azienda Speciale Santa Lucia Fiere – che accoglierà tantissimi amanti degli amici a quattro zampe. Le Fiere di Santa Lucia di Piave confermano, ancora una volta, una grande versatilità e la capacità di accogliere manifestazioni di grande attrattività per il territorio. Quest'anno vogliamo rendere un doveroso omaggio alla figura del Cane-Eroe che si è prodigato per noi nelle ultime sciagure che hanno colpito il Paese”. Presenti all’esposizione anche molte razze meno conosciute ma di grande interesse provenienti da tutta Europa come il cane da pastore scozzese a pelo lungo Collie e la meno diffusa variante a pelo corto. Saranno presenti anche gli eleganti bracchi ungheresi Viszla e il cirneco dell’Etna, l’unica razza che trae le sue origini da antichi cani da caccia allevati in età faraonica nella valle del Nilo e diffusi in Sicilia dai fenici. Spazio anche al raduno per il sempre più diffuso bouledogue francese, un piccolo molossoide da compagnia, per il cane da ferma tedesco Kurzhaar e tutti i cani appartenenti al gruppo 6 tutelati dalla Prosegugio, fra cui quello più conosciuto è senz’altro il beagle.

“Il ruolo del cane all’interno del tessuto sociale è indubbiamente cambiato negli ultimi anni. Il cane non viene più selezionato esclusivamente come ausilio all’uomo, ma è diventato con il passare del tempo un vero e proprio collaboratore in grado di portare valori aggiunti trasversali. – spiega Barbara Severin, organizzatrice della manifestazione. - Il rapporto fra l’uomo e il cane si è trasformato e si è aperto a nuove dimensioni e a nuove aree di gratificazione: le persone desiderano coltivare questa relazione, senza però snaturare quelle che sono l’indole e le predisposizioni di ogni razza. Non dimentichiamo che il cane ha acquistato un ruolo sempre più importante anche in attività di utilità sociale: dagli ambiti formativi per il bambino a quelli assistenziali per l’anziano, dal valore straordinario nel coadiuvare il lavoro della protezione civile al significato ordinario ma profondo che riveste per tante famiglie. La selezione del cane di razza serve proprio a questo: individuare il cane adatto alle diverse realtà ed esigenze, al fine di creare una sinergia indissolubile.”

Durante la giornata di domenica verrà dato un importante spazio ai giovanissimi addestratori per il concorso nazionale per junior handlers, dedicato ai bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni che con professionalità e padronanza presenteranno ai giudici internazionali i propri amici a quattro zampe. In contemporanea, oltre alla mostra-mercato di prodotti e servizi del settore pet, si susseguiranno numerosi percorsi didattici e ludici, in collaborazione con l’associazione specializzata “Club Cani da Compagnia”. Per l’occasione è prevista inoltre un’asta di beneficienza, il cui ricavato verrà devoluto a selezionate realtà di rescue della zona. “Un sentito ringraziamento al Comune di Santa Lucia di Piave e all’Azienda Speciale Santa Lucia Fiere, per la collaborazione, la disponibilità e il supporto dimostrati. – dichiara Edoardo Della Bella, Presidente del Gruppo Cinofilo Trevigiano - Ringraziamo inoltre la Provincia di Treviso che patrocina l’evento. A tutti gli espositori, ai loro cani e al pubblico che interverrà, va il nostro augurio di trascorrere un weekend piacevole all’insegna dello spirito sportivo e della sana passione cinofila.”

L'ingresso all’esposizione sarà libero e gratuito per tutti anche con cani al guinzaglio, purché muniti del libretto delle vaccinazioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

  • Malattia incurabile, farmacista perde la vita a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento