Fondazione Cassamarca: il presidente De Poli lascia l'incarico

Dopo 25 anni di leadership Dino De Poli non sarà più presidente della Fondazione Cassamarca. Al suo posto potrebbe essere nominato l'avvocato trevigiano Luigi Garofalo

Foto d'archivio

Fondazione Cassamarca non sarà più guidata dal presidente Dino De Poli. Il suo mandato si è concluso in queste ore dopo un'epoca durata 25 anni. Il suo successore potrà rimanere in carica al massimo per otto anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", dietro al terremoto che sta scuotendo in queste ore Ca' Spineda sembra esserci la mano della Regione e, soprattutto del presidente Luca Zaia che con De Poli ha avuto spesso numerosi contrasti e ha già chiesto al nuovo presidente della fondazione massima trasparenza sui conti che dovranno essere resi pubblici. Alle ore 9.30 di martedì 4 dicembre è iniziato l'ultimo Consiglio d’indirizzo presieduto da De Poli che dovrà indicare i nuovi componenti del direttivo della Fondazione. Praticamente già definita la squadra del prossimo Cdi. Il presidente dimissionario dovrebbe confermare sei dei nove componenti uscenti tra cui: Ubaldo Fanton (indicato dalla Provincia), Amedeo Gerolimetto (Camera di Commercio), Giovanni Squizzato (comune di Castelfranco) e Tomaso Patternello (Università di Padova). Oltre a questi è probabile che De Poli nomini anche l’attuale amministratore unico della Teatri srl Gianfranco Gagliardi e Piero Semenzato (Appiani1 srl). Più complicato il discorso relativo al successore del presidente. Secondo le prime indiscrezioni, l'avvocato trevigiano Luigi Garofalo sembra il favorito mentre, come presidente del Consiglio d’amministrazione, potrebbe arrivare un po' a sorpresa la nomina dell’ex sindaco di Treviso Gian Paolo Gobbo le cui quotazioni sono salite molto nelle ultime ore. Quel che è certo è che da oggi per Fondazione Cassamarca inizia una nuova era e un capitolo importante per il futuro di un ente storico per la provincia di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus, ecco tutti i check-point per la consegna delle mascherine della Regione

  • Coronavirus, scomparso storico commerciante di ricambi d'auto

  • Coronavirus, addio al maestro di sci Silvio Baratto

  • Coronavirus, ecco l'elenco di tutte quelle attività che restano aperte post Decreto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento