Tovena in lacrime per l'ultimo saluto ad Alessandro Sartor

Oltre 500 persone hanno riempito la chiesa per i funerali del 45enne morto dopo essere intervenuto per sedare una rissa fuori dalla Locanda Al Bakaro. Commosso anche il parroco

La maglietta della Pro Loco di Tovena appoggiata sulla bara in legno bianco, le lacrime di amici e parenti e un lungo applauso collettivo hanno accompagnato l'ultimo saluto ad Alessandro Sartor, il 45enne morto lo scorso 31 maggio nel tentativo di sedare una rissa fuori dalla locanda Al Bakaro di Tovena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Martedì 11 giugno in chiesa e in piazza si sono riversate oltre 500 persone che hanno voluto presenziare ai funerali di un uomo che ha saputo lasciare un segno profondo nella piccola comunità di Tovena. L'affetto di amici e cittadini è stato tutto per mamma Teresa e papà Giorgio, i genitori di Alessandro che non riescono a darsi pace per la tragedia che si è portata via troppo presto il loro unico figlio. Molto toccante l'omelia di don Adriano Sant, parroco di Tovena, che si è commosso sul finire del suo discorso, raccontando come la scomparsa di Alessandro gli aveva portato alla mente la morte dei suoi genitori e di quattro suoi fratelli. Un momento di grande commozione per tutta la chiesa che si è voluta stringere in un grande abbraccio ideale intorno alla famiglia di Alessandro. Persona sempre disponibile e pronta ad aiutare il prossimo, Sartor è stato salutato dagli amici di sempre poco prima della sepoltura in cimitero con un ultimo toccante messaggio di saluto e ringraziamento. Infine un ultimo lunghissimo applauso ha accompagnato le fasi conclusive della cerimonia lasciando a tutti i presenti la certezza che il ricordo di Alessandro vivrà ancora a lungo tra gli abitanti della sua amata Tovena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Macabro ritrovamento in serata: scoperto un cadavere vicino al Melma

  • Cronotachigrafo "truccato" e mezzo sovraccarico: camionista stangato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento