Da Sernaglia della Battaglia a Clècy: un viaggio per rafforzare il gemellaggio

Una delegazione del Comune trevigiano è partita in questi giorni alla volta della Normandia per fare visita al caratteristico paesino francese gemellato proprio con Sernaglia

Foto tratte dalla pagina Facebook del Comune di Sernaglia della Battaglia

Una delegazione del Comune di Sernaglia della Battaglia guidata dall'assessore Vanni Frezza e composta da famiglie residenti in paese e in paesi limitrofi, per un totale di 26 persone, si è recata in visita al Comune gemellato di Clècy, in Normandia, dal 29 agosto al 2 settembre scorsi. Si è così scritta un'altra pagina del gemellaggio sottoscritto dalle due amministrazioni nel settembre 2011.

sernaglia-2-2-2

Un'amicizia che dunque proprio in questi giorni compie 8 anni, festeggiati rispettando la tradizione che vede negli anni pari gli amici di Clècy raggiungere Sernaglia e in quelli dispari le visite dei sernagliesi in Francia. Dopo la calorosa accoglienza, sono state numerose le occasioni di incontro tra gli ospiti italiani e i padroni di casa francesi. Si è passati dai momenti istituzionali a quelli più conviviali, dalla scoperta di luoghi incantevoli immersi nella natura a quelli di interesse storico tra i quali Caen, Mont-Saint Michel, Bayeux, luoghi e spiagge dello sbarco alleato in Normandia. Nell'ultimo giorno di visita è stata data la possibilità ai partecipanti di fare una breve tappa a Parigi. Questi i passaggi rilevanti del saluto dell'amministrazione comunale agli amici francesi, affidata dal sindaco Mirco Villanova all'assessore Frezza: «Otto anni hanno permesso sia alla nostra sia alla vostra comunità di avere numerose occasioni di incontro che oggi ci permettono di dire che questa amicizia è forte, salda e ha ancora tante cose da dire e tante esperienze da mettere in agenda. Arriviamo qui con l'umiltà e la curiosità di conoscere Voi e il Vostro territorio che come il nostro ha la sua storia, le sue bellezze e le sue potenzialità. Il territorio confinante con Sernaglia è stato da poco inserito tra i luoghi considerati “patrimonio dell'umanità” dall'Unesco, mentre i Palù del Quartier del Piave, che sorgono anche nel nostro Comune, stanno per conoscere un importante rilancio grazie al progetto “Life Palù Qdp” cofinanziato dall'Unione Europea. Tutto ciò dimostra che i nostri Comuni sorgono in contesti di particolare pregio che anche un gemellaggio internazionale può contribuire a fare conoscere e apprezzare. Perché questo accada sono fondamentali anche le associazioni di volontariato, che fin dall'inizio del progetto hanno dato la loro disponibilità ad accogliere e ospitare famiglie e studenti di Clècy e che per questo ringrazio. E a proposito dell'accoglienza agli studenti ringrazio anche l'Istituto comprensivo di Sernaglia. Un ringraziamento particolare va come sempre all'assessore Frezza, promotore di questo gemellaggio, e al Consiglio comunale che da subito ha appoggiato l’iniziativa. Ringrazio anche i dipendenti comunali che contribuiscono alla buona riuscita degli eventi legati al gemellaggio. Cari amici di Clècy, non vediamo l'ora di ricambiare quanto prima a Sernaglia la vostra squisita ospitalità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento