San Biagio di Callalta: tre giorni di eventi dedicati alla Giornata della memoria

Il Comune trevigiano ha deciso di iniziare con due settimane d'anticipo le celebrazioni per la giornata dedicata alle vittime dell'Olocausto. Mostre, film e una messa per non dimenticare

La locandina ufficiale dell'evento

Inizieranno sabato 12 gennaio a San Biagio di Callalta gli eventi del ricco programma voluto dall'amministrazione comunale, in collaborazione con la Pro Loco, per celebrare la Giornata della Memoria.

Alle ore 20.45, presso la sala consiliare di piazza Tobagi, è infatti prevista l’inaugurazione della mostra “1938- 1945 La persecuzione degli ebrei in Italia” (aperta fino al 27 gennaio; orario: ven. 9-12, sab.-dom. 10-12 e 15.30-18). Si tratta di un’esposizione che attraverso documenti pubblici e privati, fotografie, ritagli di giornale, carte geografiche, lettere, racconta la storia di un popolo. A presentare la mostra sarà Marina Scarpa Campos, vicepresidentessa dell’associazione figli della Shoah; seguirà l’intervento dello scrittore ed ebraista Matteo Corradini che presenterà il suo progetto diventato anche un libro in uscita a gennaio dal titolo “Solo una parola. Le leggi razziali e l’antisemitismo” (lo scrittore in mattinata dialogherà con le classi medie dell’Istituto Comprensivo). Durante la serata sarà presente anche l’artista ed illustratore Paolo Gallina che per l’occasione ha realizzato l’immagine della locandina degli eventi. All’interno della mostra troverà spazio un’installazione curata dall’associazione Oblique.

«L’iniziativa, in collaborazione con l’associazione Figli della Shoah, vuole essere – spiegano i consiglieri comunali curatori del progetto, Marta Sartorato e Giacomo Pasqualato - una riflessione che mette a contatto e in dialogo le generazioni con testimoni e testimonianze, che mette a contatto il passato con il presente avviando così un processo di trasmissione, conoscenza e consapevolezza della Memoria storica che abbia come base un insegnamento etico, civile e responsabile». Il secondo degli eventi è programma giovedì 24 gennaio, alle 20.45 nella sala consiliare, con la proiezione del docufilm “1938-Diversi” di Giorgio Treves, presentato durante la 75^ Mostra del cinema di Venezia. Il film mostra gli articoli, le vignette, i fumetti, i filmati con cui nel volgere di pochi mesi gli ebrei vennero trasformati prima in “diversi”, poi in veri e propri nemici della nazione. Domenica 27 gennaio (ore 11), infine, è in programma una messa commemorativa nella chiesa arcipretale di San Biagio accompagnata da un componimento di musica ebraica interpretato dal coro parrocchiale. Seguirà la deposizione di una corona presso il cippo vicino al Municipio con la presenza delle Associazioni combattentistiche e d’arma. Anche la Biblioteca comunale in questo periodo dedicherà “uno spazio per la Memoria” dove saranno esposti libri e video che raccontano il tema della Shoah.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si risveglia dal coma e urla il nome della fidanzata morta

  • Pressione sanguigna: come monitorarla a casa

  • Una folla per l'addio a Giulia, due famiglie unite nel dolore

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

Torna su
TrevisoToday è in caricamento