Giornata della prevenzione sismica: importanti iniziative nella Marca

Asolo, Montebelluna e molti altri comuni della provincia di Treviso hanno annunciato una serie di importanti iniziative per domenica 30 settembre, giorno della prevenzione antisismica

Foto tratta da Google Immagini

TREVISO Il comune di Asolo ha deciso di aderire alla Giornata nazionale della prevenzione sismica, in programma domenica 30 settembre. L’obbiettivo dell'iniziativa che coinvolgerà ben 300 piazze italiane, è  quello di sensibilizzare i cittadini e favorire la cultura della prevenzione, a partire dal miglioramento delle condizioni di sicurezza del patrimonio immobiliare delle città.

Domenica 30 settembre, sotto la Loggia del Capitano, saranno allestiti dei punti informativi presidiati da professionisti della materia, che avranno il compito di spiegare in modo chiaro e comprensibile a tutti il rischio sismico, le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio – fra le quali le modalità costruttive, l’area di costruzione e i riferimenti normativi – oltre alle agevolazioni finanziarie a disposizione (Sisma Bonus ed Eco Bonus)  per migliorare la sicurezza della propria abitazione. A partire da novembre ci sarà poi la possibilità, senza alcun onere per i richiedenti, di ricevere una visita a domicilio da parte dei tecnici che potranno predisporre una scheda di prima informazione sul grado di sicurezza dell’edificio. "Aderiamo con grande convinzione a questa iniziativa che ha un elevato valore sociale", ha dichiarato il sindaco di Asolo, Mauro Migliorini. "Pensiamo che una sensibilizzazione capillare sul tema della prevenzione sismica sia importantissima per la sicurezza dei privati. La presenza di professionisti qualificati rappresenta poi un’ulteriore garanzia sull’utilità di questa giornata".

Le altre piazze della provincia di Treviso ad accogliere le postazioni dei volontari saranno: Mogliano Veneto, Castelfranco Veneto, Oderzo, Conegliano, Vittorio Veneto, Pieve di Soligo, Treviso e Montebelluna. Spiega il sindaco Marzio Favero: “Ringrazio gli ingegneri e gli architetti che si sono messi a disposizione per questa iniziativa dal grande significato, soprattutto per una città come Montebelluna che purtroppo si trova in un’area che è definita come classe 2 dal punto di vista del rischio sismico. E’ un tema che sta a cuore alla mia amministrazione comunale e che per quanto riguarda il patrimonio degli edifici scolastici ricordo che tra gli interventi già effettuati e quelli programmati sono ben 14 milioni di euro messi in gioco per garantire la sicurezza degli studenti. Ma questa è solo una parte del problema perché il rischio sismico con tutta evidenza non è limitato solo agli edifici pubblici ma investe anche le abitazioni privati. Questa iniziativa offre la possibilità anche ai privati di avere alcune informazioni di base sul tema della prevenzione sismica e con la possibilità di usufruire di una prima visita tecnico informativa compiuta da professionisti qualificati per farsi una prima idea dell’entità degli interventi da sostenere nel caso si scelga di mettere a norma sismica la propria abitazione. Il tema non è facile anche perché veniamo da dieci anni di crisi e quindi molte persone possono essere in difficoltà nel fare investimenti, però conoscere la propria situazione è il primo passo intanto per conoscere se vi sono problemi e poi per valutare quando e come intervenire". 

La Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica, quest’anno alla sua prima edizione, è promossa da Fondazione Inarcassa, Consiglio nazionale degli Ingegneri e Consiglio nazionale degli Architetti con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici,Dipartimento della Protezione Civile, Conferenza dei Rettori Università Italiane e della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, per favorire una cultura della prevenzione sismica e un concreto miglioramento delle condizioni di sicurezza del patrimonio immobiliare del nostro Paese. Strutturata in due iniziative distinte ma strettamente collegate, le Piazze della Prevenzione Sismica (30 settembre) e Diamoci una Scossa! (mese di novembre), la Giornata vede coinvolti volontariamente migliaia di Architetti ed Ingegneri esperti in materia, coordinati dai rispettivi Ordini territoriali, in una giornata di sensibilizzazione e in un programma di prevenzione attiva per tutto il mese di novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento