Giulia Vazzoler, la pianista influencer trevigiana tra musica pop e solidarietà

La 32enne, con già molte esperienze professionali alle spalle, ha vissuto e lavorato all’estero e soprattutto in Medio Oriente in Conservatori e Scuole di Musica. Su Instagram vanta quasi 100mila followers ed è testimonial di vari brand

Giulia Vazzoler

Giovane e bella, pianista professionista, formazione classica, laurea in filosofia, specializzazione in musica e arti performative, un master, super preparata, influencer su IG con quasi 100 mila follower (http://www.instagram.com/giulia.vazzoler). Il suo ultimo lavoro è la trasposizione per pianoforte di brani Pop contemporanei -  di cui sono già usciti sulle maggiori piattaforme digitali “Shallow” di Lady Gaga e Bradley e “Calma” di Pedro Capò” pubblicato da pochi giorni , un progetto discografico di circa 15 brani pop che si completerà nei prossimi mesi. Molte le esperienze professionali già alle spalle, avendo vissuto e lavorato all’estero, soprattutto in Medio Oriente in Conservatori e Scuole di Musica (Palestina). Grazie alla musica ha collaborato con organizzazioni umanitarie (tra cui UNHCR) con progetti musicali per l’integrazione dei bambini nei campi profughi. Questa, in breve, Giulia Vazzoler, globe trotter della musica con alle spalle varie esperienze internazionali che l’hanno vista impegnata anche in progetti umanitari per UNHCR.

Chi è Giulia Vazzoler

Tra i pianisti della sua generazione, Giulia risalta oltre che per il suo talento anche per la poliedricità e per l’eclettismo che la caratterizza.  Con una solida formazione classica alle spalle, si diploma in pianoforte al Conservatorio e si specializza come maestro collaboratore per opera lirica. Dotata di una grande tecnica esecutoria ha vinto svariati premi in concorsi nazionali ed internazionali e ha all’attivo centinaia di concerti in Italia, Europa, Medio Oriente USA e Africa. Benché Giulia sia una pianista classica, non deve sorprendere l’ampiezza dei suoi interessi musicali che spaziano dalla musica contemporanea fino al pop. È una donna moderna che vive e percepisce il suo tempo e che integra i suoi interessi nei linguaggi musicali filtrandoli, facendoli suoi e interpretandoli in modo singolare. “Quando eseguo un brano di musica, in particolare quella classica, creo nella mia mente una storia, di solito è una storia che riguarda me. Questa storia, che vive solo nella mia mente, io la seguo e la vivo durante l’esecuzione del brano. Questo mi aiuta a mantenere la tensione musicale sempre alta e mi permette di eseguirle il brano con altrettanta passione. Nel tempo, la storia legata a quel brano cambia, perché nel frattempo sono cambiata io e quindi quello stesso brano avrà il sapore e la tensione della nuova storia che io vivo in quel momento”.

GIULIA_VAZZOLER_PHOTO_2-2

Le varie esperienze all’estero – ha vissuto e lavorato come pianista a Gerusalemme, in Turchia, in Qatar e negli Emirati Arabi, hanno rafforzato l’innata propensione di Giulia alle relazioni e a condividere progetti e situazioni lavorative con gli altri. Parallelamente alla sua carriera di pianista, lavora come direttore artistico e organizzatrice di eventi musicali e culturali, dove unisce la sua capacità musicale alla vocazione verso relazioni interpersonali. Altro aspetto non da poco è il suo appeal glam e quella sua notorietà social che la porta spesso a esibirsi per eventi del settore del lusso. “La musica è un grande strumento di comunicazione.  Mi permette di comunicare cose di noi che altri linguaggi non trasmettono, emozioni, atmosfere, passioni. Io credo che dal modo di suonare del musicista si percepisca la sua personalità”.

POP PIANO TRANSCRIPTION

Il 16 Agosto è uscita la versione per Piano Solo di Calma, di Pedro Calò, un brano frizzante, un reggaeton da ballare bordo piscina trascritto in modo estremamente virtuosistico, dove emerge tutta la notevole tecnica pianistica di Giulia. “Calma” è il secondo singolo pubblicato da Giulia dopo “Shallow” di Lady Gaga e Bradley Cooper e fa parte di un più complesso progetto musicale di 15 brani pop trasposti per piano solo che uscirà completo nei prossimi mesi. “Calma” è accompagnato dal Video https://youtu.be/_cBg9kkXVG0 ed è disponibile da oggi su tutte le maggiori piattaforme digitali.

God save the pop!  L’idea le è venuta durante una delle sue numerose esibizioni, notando il successo che avevano fra il pubblico le sue trascrizioni al pianoforte di brani pop. Giulia ha provato ad affiancare al repertorio classico anche le canzoni che ad oggi si sentono di più in radio e che sono la colonna sonora delle nostre giornate. Ancora non esisteva la versione solo per pianoforte di molti di questi brani e musicalmente ne risultava una bomba: con questo mix di classico e contemporaneo Giulia è riuscita a reinventare il repertorio tradizionale del pianista classico tanto da avvicinare i giovani all’ascolto del pianoforte e coinvolgendo pubblico di tutte le generazioni.

Giulia quindi ha scelto alcuni dei brani più sentiti e significativi di questo 2019 e in collaborazione con Elena Crolle, che ne ha curato l’arrangiamento, ha dato vita a un progetto discografico che trasporta le canzoni pop sui tasti del pianoforte, creando un mix di freschezza musicale sostenuta da un solido virtuosismo pianistico.  Et Voila: il primo singolo uscito su YouTube (e disponibile sulle maggiori piattaforme digitali) è Shallow, reso famoso da Lady Gaga e Bradley Cooper nel film “A Star is Born” aggiudicandosi anche l’oscar 2019 per la miglior canzone. Il Video di Shallow  (https://youtu.be/Z1-vUZdcMcs) a pochi giorni dalla sua uscita ha realizzato decine di migliaia di visualizzazioni a testimonianza che l’interpretazione per piano solo di musiche pop è una sfida che già si mostra vincente. Il progetto discografico completo vedrà 15 brani pop piano version  tra i quali anticipiamo che ci sarà anche il brano “Soldi” di Mahmood vincitore di Sanremo 2019; inoltre sarà presente anche un brano inedito.

IL PROGETTO PIANO SKY

Giulia è una delle due pianiste invitate a far parte del progetto Piano Sky. Piano Sky è uno degli eventi musicali più particolari del 2019. Ideato da Cardinali Group di Daniele Bonato, Piano Sky è il progetto musicale che sta avendo grande successo per la sua originalità e per l’incanto che crea: un pianoforte a coda sospeso a 3 metri di altezza – senza alcun tipo di supporto o di sospensione sul pianoforte – viene suonato da una pianista vestita di abiti bianchi, bellissimi e scenici che arrivano fino a terra. L’immagine è quasi onirica ma il risultato è di grande qualità musicale in una ambientazione davvero insolita.
Giulia è una delle due pianiste di Piano Sky. Tra le destinazioni che la vedono protagonista in questo progetto sono già in calendario, oltre che le date italiane, anche Cina e Dubai.

Il MEDIO ORIENTE Questa è la parte del mondo che più le piace e dove torna sempre volentieri. Ci è arrivata per caso, con un contratto di lavoro come pianista accompagnatore all’Edward Said National Music Conservatory of Palestine, per il quale si divideva tra Betlemme, Gerusalemme, Ramallah e Nablus. Poi si è trasferita in Qatar dove ha diffuso la sua musica e la sua grazia negli Hotel più prestigiosi di Doha. Ecco infine l’esperienza negli Emirati Arabi, a Dubai, sempre in Hotel di lusso dove ha lavorato come piano performer.
In questo periodo di vita mediorientale, ha potuto conoscere e appassionarsi alla cultura araba (tanto da iniziare a studiarne la lingua) e soprattutto alla sua musica. Un brano in particolare ha colpito Giulia, un brano molto famoso e significativo per la cultura araba “Bint el Shalabiya” nell’interpretazione della cantante Fairuz. Tanto l’aveva affascinata che si è spinta a farne un adattamento per pianoforte che ancora, quando c’è l’atmosfera giusta, suona.

I PROGETTI UMANITARI Il Medio Oriente per Giulia ha rappresentato anche l’impegno per progetti umanitari. Conosciuta per la sua esperienza nei conservatori e nelle scuole di musica in Palestina, è stata invitata da più organizzazioni umanitarie a partecipare, con la sua musica, al recupero e al processo di integrazione dei bambini rifugiati nei campi profughi. Per loro Giulia ha sviluppato progetti musicali in cui lo strumento (il pianoforte) e la sua musica diventavano veicolo di comunicazione e di integrazione interculturale.
Giulia ha lavorato con UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) ma anche con GEGED (Gaziantep Training and Youth Association) e con SGDD-ASAM (Association for Solidarity with Asylum Seekers and Migrants) in Turchia, e nei campi profughi ai confini di Aleppo, in Siria.

GIULIA INFLUENCER Il profilo Instagram di Giulia Vazzoler The Italian Pianogirl  http://www.instagram.com/giulia.vazzoler   è seguitissimo.  Ad oggi conta quasi 100.000 follower reali che seguono i suoi movimenti e le sue attività artistiche commentando puntualmente i suoi seguitissimi post. Instagram è la sua finestra sul mondo dalla quale racconta per immagini la sua vita professionale.  Il suo profilo è così seguito da aver sollevato l’interesse di brand di cosmetica, eyewear, abbigliamento che le affidano i loro prodotti per una promozione glam ed efficace. Tra gli ultimi Brand: Nologo Eyewear – L’Occitane – GK Hair – Darphin – Nashi Argan – MAC Cosmetics

GIULIA_VAZZOLER_PHOTO_11-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento