«Verità per Giulio Regeni»: l'appello del Comune di Treviso

A tre anni dall'uccisione del dottorando italiano, l'amministrazione comunale di Treviso ha lanciato un appello al Governo per non interrompere l'impegno nella risoluzione del caso

In foto: Giulio Regeni

A tre anni di distanza dal sequestro e dalla successiva uccisione di Giulio Regeni, il Comune di Treviso ha deciso di esprimere un chiaro messaggio di vicinanza ai familiari del giovane rivolgendo un importante appello al Governo italiano.

Regeni, dottorando di ricerca dell'università di Cambridge, il 25 gennaio 2016 scomparve nel nulla per poi venire trovato senza vita il 3 febbraio successivo. La Giunta comunale di Treviso, nel ricordo di Giulio, ha voluto lanciare un appello al Governo italiano affinché prosegua il suo impegno nella ricerca della verità. I rapporti con le autorità giudiziarie egiziane sono sempre più complicati e gli assassini di Regeni rischiano di rimanere impuniti. «Verità per Giulio Regeni» è il celebre slogan a cui si è unita, in queste ore, l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Conte.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Travolto da un'auto mentre era in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

Torna su
TrevisoToday è in caricamento