Malore improvviso, muore in casa a 64 anni: il cadavere trovato dal sindaco

Riccardo Szumski, medico di base e primo cittadino di Santa Lucia di Piave, ha trovato nelle scorse ore il corpo senza vita di un suo concittadino durante una visita a domicilio

In foto: il sindaco Riccardo Szumski (Immagine d'archivio)

Aveva chiesto aiuto al medico perché aveva iniziato a sentirsi poco bene ma i soccorsi sono arrivati troppo tardi. Un malore improvviso è costato la vita a G.Z, sessantaquattrenne residente a Santa Lucia di Piave.

Il corpo senza vita dell'uomo, come riportato da "La Tribuna di Treviso", è stato ritrovato mercoledì 20 marzo dal sindaco del paese, Riccardo Szumski, che essendo anche medico di base era stato allertato per verificare le condizioni di salute del suo concittadino. Szumski, pur non avendo tra i suoi pazienti il 64enne deceduto, era andato a fargli visita verso le 13 per capire le sue condizioni di salute e prescrivergli la cura più adatta. Arrivato troppo tardi si è trovato davanti una scena drammatica. L'uomo era steso a terra, senza vita. Inutili i tentativi di rianimarlo. Constatato il decesso, Szumski ha chiamato sul posto le forze dell'ordine. Stando alle prime indiscrezioni mediche, la causa del decesso sarebbe dovuta a un infarto che non ha lasciato alcuna via di scampo al malcapitato. L'uomo viveva da tempo solo in casa. Senza nessuna persona vicina a cui chiedere aiuto non è riuscito a salvarsi. Il funerale si terrà nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Gravissimo scontro tra uno scooter e un'auto: 24enne muore tra le braccia del fidanzato

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • L'uscita domenicale in bici finisce in tragedia: morto un ciclista investito da un'auto

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento