Malore improvviso: muore a 34 anni davanti agli occhi della fidanzata

Giorgio Costoli è morto lunedì sera, 1 aprile, nella sua casa di Portobuffolè. Ex calciatore, lavorava per il mobilificio Tommasella di Brugnera. Sul suo corpo è stata disposta l'autopsia

In foto: Giorgio Costoli (immagine tratta da Facebook)

Era rientrato a casa dopo un normale lunedì di lavoro quando un malore improvviso l'ha fatto cadere a terra privo di sensi davanti alla fidanzata. E' morto così Giorgio Costoli, a soli 34 anni, lasciando senza parole i familiari e le tante persone che avevano avuto la fortuna di conoscerlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", la tragedia si è consumata la sera del 1 aprile nell'appartamento in cui Giorgio si era da poco trasferito insieme alla sua fidanzata. La casa di via Provinciale si trova proprio sopra il Green Bar di Portobuffolè. Quando la ragazza di Giorgio si è accorta della tragedia ha subito chiesto aiuto agli avventori e ai titolari del locale sottostante che si sono precipitati nell'abitazione. Immediata la telefonata ai soccorsi mentre alcuni presenti hanno provato a rianimare il giovane prima dell'arrivo dell'ambulanza. Dopo essere stato caricato sul mezzo, il cuore di Giorgio ha smesso di battere. Inutile ogni disperato tentativo di salvargli la vita. Diplomato all'istituto tecnico, Giorgio era originario della frazione di Campomolino e per alcuni anni aveva giocato a calcio con il Gaiarine. Una passione messa da parte dopo aver trovato lavoro come dipendente nel mobilificio Tommasella di Brugnera. Il trasferimento nel nuovo appartamento con la sua fidanzata sembrava essere stato il coronamento perfetto di questi 34 anni. Lunedì sera però il suo cuore non ha retto a quello che sembrava essere un malore improvviso. La Procura di Treviso ha disposto l'autopsia sul corpo del giovane che godeva di perfetta salute. Ora solo gli esami medici potranno stabilire con esattezza le ragioni di un decesso davvero tragico e inaspettato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento