Malore improvviso in casa, imprenditore perde la vita a 52 anni

Carlo Masetto, direttore dell'azienda Stilcolor, ha perso la vita nella sua abitazione a Meduna di Livenza. La tragedia nella notte tra domenica e lunedì. Inutili i soccorsi del Suem 118

Ha perso la vita nel sonno l'imprenditore Carlo Masetto. Il suo cuore ha smesso di battere nella notte tra domenica 20 e lunedì 21 gennaio. Un malore improvviso che lo ha colpito nella sua abitazione a Meduna di Livenza.

Come riportato da "Il Gazzetino di Treviso", quando i familiari si sono accorti dell'accaduto era ormai troppo tardi. Sul posto è intervenuta un'ambulanza del Suem 118 che non ha potuto far altro che constatare il decesso del cinquantaduenne. Carlo Masetto era titolare della Stilcolor, una nota azienda specializzata nella verniciatura di mobili. Fondata nel 1996, Stilcolor è da alcuni anni lo sponsor dell'associazione sportiva "Pallavolo Meduna" e da diverso tempo collabora anche con la squadra di calcio Liventina Gorghense. Proprio in questa squadra il figlio di Carlo aveva giocato nelle giovanili. Masetto lascia la moglie Silvia, la figlia Marianna di 20 anni, il figlio Marco di 18, i fratelli e la sorella. La sua scomparsa ha lasciato comprensibilmente senza parole non solo i suoi familiari ma tutta la comunità di Meduna dove l'imprenditore era molto conosciuto e stimato. Una persona gentile e sempre pronta a dare una mano, lo ricordano oggi in paese. La data dei funerali verrà fissata nelle prossime ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • L'uscita domenicale in bici finisce in tragedia: morto un ciclista investito da un'auto

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Gravissimo scontro tra uno scooter e un'auto: 24enne muore tra le braccia del fidanzato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento