Infarto fatale, panettiere stroncato a soli 48 anni

Massimo Bottecchia, fornaio della frazione di Anzano a Cappella Maggiore, ha perso la vita domenica scorsa. Mercoledì mattina si terrà l'ultimo saluto in chiesa. La madre colpita da un malore

Massimo Bottecchia (Foto onoranze funebri)

Un malore fatale e improvviso ha spezzato a soli 48 anni la vita di Massimo Bottecchia, panettiere molto conosciuto nella frazione di Anzano, a poca distanza dai comuni di Cappella Maggiore e Vittorio Veneto.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", la tragedia sì è consumata domenica scorsa. Inutile l'intervento dei soccorsi, il cuore di Massimo aveva già smesso di battere al loro arrivo. Persona stimata da molti e lavoratore pieno di passione, Massimo aveva imparato il mestiere di panettiere dal padre sfornando ogni mattina chili di pane e dolci molto apprezzati dai residenti della zona. Alla notizia della sua scomparsa la mamma ha avuto un malore ma al momento non sarebbe in pericolo di vita. I funerali di Massimo saranno celebrati mercoledì mattina, 14 agosto, nella chiesa della sua Anzano a pochi metri di distanza dal panificio della famiglia Bottecchia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore durante l'ora di educazione fisica, muore studente 14enne

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento