Continua la manutenzione delle tubature tra Conegliano e San Vendemiano

Nuovo intervento di Piave Servizi all'insegna della riduzione dei disagi. Chiusa al traffico la corsia di svolta verso Mareno di Piave in corrispondenza della rotatoria di Saccon

Proseguono i lavori di riabilitazione idraulica a completamento del risanamento integrale della condotta DN 300 mm, che dalla località di Monticella in comune di Conegliano arriva a Saccon di San Vendemiano. Il risultato finale di resistenza della condotta risulterà equivalente a quanto si otterrebbe con la realizzazione ex-novo della stessa, e renderà finalmente efficiente un’infrastruttura idrica che da anni richiedeva costanti e difficoltosi interventi di riparazione.

L’intervento conclusivo, che durerà complessivamente circa un mese, comporta l’esecuzione di scavi in corrispondenza del nodo idraulico posto nell'aiuola della rotatoria di Saccon: si è resa dunque necessaria la chiusura al traffico della corsia di svolta verso Mareno, dal 23 maggio fino a fine lavori. Altra area di scavi è quella del distributore IP, per il collegamento alla tubazione posata in occasione della realizzazione dello svincolo autostradale. I disagi connessi alle fasi operative sono stati ridotti al minimo indispensabile grazie al sistema No-Dig, che consente l’esecuzione di scavi esclusivamente in corrispondenza dei connettori: un metodo ideale per il rinnovamento di condotte interrate sotto zone complesse e difficili da scavare.

Lavori 1-2

«L’opera in via di realizzazione fra Conegliano e San Vendemiano è un intervento fondamentale, a cui Piave Servizi tiene particolarmente – afferma il presidente di Piave Servizi, Alessandro Bonet – in quanto rappresenta la soluzione definitiva al consistente numero di rotture che riscontravamo nel tratto di adduttrice societaria in esame. L’elevato numero di riparazioni susseguitesi nel corso degli anni e le difficoltà di intervento dovute alla conformazione idrogeologica del terreno avevano ormai reso l’infrastruttura idrica precaria ed estremamente vulnerabile.In passato sarebbe stato necessario un intervento di sostituzione integrale, invece questa tecnica all’avanguardia ci consente di salvaguardare l’infrastruttura esistente, migliorandone la qualità e la resistenza. Un’ulteriore conferma della costante attenzione di Piave Servizi verso l’innovazione e il progresso, nonché nei confronti della continuità e della qualità del servizio fornito ai cittadini». Per questo intervento di relining Piave Servizi utilizza tubature sintetiche in PEad rinforzate con struttura in kevlar, flessibili e duttili in presenza di curve ma soprattutto particolarmente resistenti a fenomeni di sovrappressioni istantanee, cui l’area fra Conegliano e San Vendemiano è spesso soggetta.

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Lega, è partita la corsa alla poltrona di Zaia

  • Vesuvio a rischio eruzione: il Veneto potrebbe ospitare i napoletani sfollati

I più letti della settimana

  • Astronave aliena atterra a Ca' Tron: il video fa il giro del web

  • Tragedia sul Piave, si tuffa in acqua e viene trascinato via dalla corrente

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Travolto da un'auto mentre cammina a bordo strada, muore un 67enne

  • Si schianta con la bici contro un'auto sul Montello, 41enne in coma

  • Semina il panico in città, poi punge con una siringa un carabiniere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento