La pioggia non ferma la marcia contro i pesticidi: in centinaia sulle strade di Follina

Nonostante il maltempo, tantissimi manifestanti si sono presentati all'appuntamento dedicato alla marcia contro l'uso dei pesticidi in agricoltura, tra loro numerosi politici

Foto di Giulio Guarini

FOLLINA La determinazione di chi manifesta da tempo contro l'uso di pesticidi in agricoltura si è ben vista nella giornata di domenica 13 maggio grazie alle pessime condizioni meteo che non hanno fermato le centinaia di manifestanti scese in strada a Follina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Partita pochi minuti dopo le 10 dalla rotonda di Cison di Valmarino, la marcia ha raggiunto uno dei suoi momenti più significativi nel passaggio davanti all'abbazia di Follina per poi concludersi pochi metri più in là, nelle vicinanze del parco della chiesa. Una domenica rovinata solo da una pioggia battente che ha però reso ancora più evidente il lungo serpentone di manifestanti in cammino sotto centinaia di ombrelli colorati. Tra loro anche numerose personalità del mondo politico e istituzionale tra cui il presidente dell'Isde Treviso, Francesco Cavasin e il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro. Insieme a Follina, anche a Bolzano e a San Pietro Valpolicella, nel Veronese, i manifestanti sono scesi in strada per protestare contro l'abuso dei pesticidi. Tra loro tante mamme desiderose di esprimere il loro dissenso nei confronti di trattamenti nocivi alla salute dei loro figli proprio nel giorno della festa a loro a dedicata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento