Sposi da record a Varago: Ida e Valentino, 60 anni di matrimonio

Lei classe '40, lui del 1938, sono convolati a nozze il primo agosto del 1959: genitori di cinque figli, oggi festeggiano le nozze di diamante. Si erano conosciuti durante una sagra ed è nato l'amore

Ida Scandiuzzi e Valentino Dariol

Primo agosto 1959. Varago di Maserada sul Piave, chiesa parrocchiale. Alle 6 di un sabato mattina, senza rintocchi delle campane, solo con i parenti più stretti ed i testimoni, venne celebrato, dall'allora parroco don Ignazio (prete fortemente antifascista), un matrimonio molto particolare. Era quello di Ida Scandiuzzi, classe 1940, e di Valentino Dariol, classe 1938, di San Giacomo: si erano conosciuti durante l'anno precedente e durante una festa, alla fine del 1958, era nato l'amore. Sembra che un primo approccio da parte di Valentino ci sia stato durante una sagra, qualche mese prima, ma lei lo però respinse: quando lui tornò alla carica lei non seppe resistere.

vintage-5

Ida rimase incinta e il primo figlio, Mauro, venne a luce due mesi al matrimonio che venne celebrato in tono minore a causa dei precetti della chiesa dell'epoca che mal digeriva le aspiranti spose incinte all'altare. Era considerato un peccato. Era una provincia di Treviso povera, un territorio ancora ferito dalla guerra. Come per quasi tutti coloro che vivevano in questa zona della Marca non era possibile acquistare l'abito bianco o da cerimonia. Si trattava lusso che pochissimi si potevano permettere. Loro, una contadina ed un operaio come tanti, si erano dovuti accontentare di una cerimonia molto umile, così come lo è stato il pranzo successivo, a casa dei genitori di lei (si chiamavano Maria e Vittorio), in famiglia.

Primo agosto 2019. Ida e Valentino festeggiano oggi un compleanno da record, con le nozze di diamante, a suggellare 60 anni di vita insieme. A Mauro sono seguiti altri quattro figli: Emanuela, Massimo, Catia ed Elesina, e vari nipoti. In tutti questi anni la loro madre, oltre a badare a loro e farli crescere, lavorava come contadina oltre che come casalinga mentre il marito, Valentino, ha lavorato per tanti anni come operaio per la "Veneta strade", presso le "Fonderie Zamberlan" e altre aziende. Nel 1976 si allontanò da casa per sei mesi: raggiunse la Libia per lavorare e i figli ricordano che tornò così fisicamente provato (oltre che molto annerito dal sole) che quasi stentarono a riconoscerlo. Oggi per loro è davvero un giorno meravigliosamente speciale.

montagner-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento