Un ciliegio per ricordare Mateo: lo studente stroncato da un tumore a sedici anni

Mercoledì 30 maggio il liceo Levi di Montebelluna ha deciso di piantare un ciliegio nel giardino della scuola per ricordare il sedicenne stroncato da un male incurabile pochi mesi fa

MONTEBELLUNA Ha studiato con impegno fino a novembre, il suo motto era “non basta dire di essere un leone, bisogna comportarsi da leone”. Poi alla fine, il 13 dicembre 2017, Mateo Hoxha, studente della 2a B scienze applicate del liceo Levi di Montebelluna ha dovuto cedere alla grave malattia che lo aveva colpito nella scorsa primavera e che lo ha stroncato a soli sedici anni.

Mercoledì 30 maggio prossimo i compagni e i genitori della seconda B scienze applicate, alle ore 9, lo ricorderanno con la piantumazione di un ciliegio da fiore nel giardino della scuola. Mateo ha lasciato radici solide di amicizie e ricordi e quest’albero in qualche modo ne sarà il simbolo. Originario dell’Albania, il giovane risiedeva a Montebelluna e ha frequentato il liceo Levi per quasi due anni, poi è mancato per una grave malattia, scoperta dopo le vacanze di Pasqua, da cui non era più rientrato. A settembre 2017 aveva iniziato la seconda classe delle scienze applicate, poi aveva dovuto assentarsi nuovamente. L’iniziativa della piantumazione di un albero a ricordo di Mateo è stata delle famiglie dei compagni di classe e dei compagni stessi e condivisa subito dal dirigente scolastico Ezio Toffano e da tutta la scuola.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Palazzetto da intitolare a Sara Anzanello: l'opposizione abbandona l'aula

  • La nazionale inglese di rugby in ritiro a Treviso: ecco tutti gli eventi collaterali

  • Veritas cerca nuovi netturbini: pronti 140 posti di lavoro

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Furgone si schianta contro un platano, due morti e un ferito grave

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Dipendenti in nero, ristoratori stangati dalla Guardia di Finanza

Torna su
TrevisoToday è in caricamento