A Mogliano avviato un nuovo percorso formativo per supportare i disabili gravi

Il progetto è stato ideato dal Comune con la collaborazione del Lions Mogliano Terraglio e dell'Ordine Assistenti sociali

Proteggere e dare sostegno all’autonomia della persona fragile, con particolare attenzione agli aspetti della vita personale, relazionale, patrimoniale e della salute. E’ questo l’obiettivo di un percorso formativo promosso dall’Amministrazione comunale che avrà partner organizzativo dell'Associazione Lions Club Mogliano Veneto - Terraglio, promotrice di numerose iniziative importanti dal punto di vista sociale e che si avvale della consulenza di professionisti di alto livello, con la quale è proficua la collaborazione.

“Abbiamo a cuore il benessere di tutta la cittadinanza, ma è quasi inutile dirlo, in particolare di quella parte di essa che presenta maggiori fragilità, a causa delle quali la vita quotidiana diventa difficile da gestire, spesso per via della solitudine che si aggiunge al disagio. Una comunità attenta ai bisogni dei più deboli è una comunità sana, che ha nella solidarietà un punto di forza. E quella di Mogliano è una comunità attenta ed inclusiva, grazie anche alla presenza di un associazionismo sociale ben radicato e sempre più in rete. Dobbiamo sostenere questo mondo che fa del bene disinteressatamente”, commentano il sindaco Carola Arena e l’assessore alle politiche sociali Tiziana Baù.

Il percorso formativo progettato approfondirà la normativa relativa al ruolo dell'amministratore di sostegno (L. 6/2004) e finalizzata a favorire il benessere, l'inclusione sociale e l'autonomia delle persone con disabilità grave (L. 112/2016) e si rivolgerà principalmente ad esperti in materia di politiche sociali, assistenti sociali degli Enti Locali e dell'Azienda Ulss, e tecnici e associazioni che si occupano di disabilità e anziani. Lo scopo è formare le figure professionali che possano indirizzare le famiglie all’utilizzo delle opportunità che la normativa fornisce per la cura delle persone in difficoltà.

Il programma dell’iniziativa prevede due incontri, il 21 febbraio presso la Sala Consiliare, sul tema “L'Amministratore di Sostegno”, applicazione della legge n. 6 del 2004, il secondo il 21 marzo sempre presso la Sala Consiliare, sul tema “Dopo di noi” applicazione della legge n. 112 del 2016. Considerato che le tematiche oggetto degli incontri risultano di particolare interesse e utilità per la categoria degli assistenti sociali, l’Amministrazione ha coinvolto l'Associazione Nazionale Assistenti Sociali con la quale sarà sottoscritta una convenzione al fine di prevedere il riconoscimento di crediti per la Formazione Continua degli Assistenti Sociali.

Potrebbe interessarti

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Cena di sushi, 12 intossicati: isolati due focolai di gastroenterite

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Pranzo in pizzeria, famiglia scappa senza pagare il conto

I più letti della settimana

  • Morto in mare a Jesolo: indagati due bagnini

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Cena di sushi, 12 intossicati: isolati due focolai di gastroenterite

  • Infarto in casa, 50enne ricoverato in fin di vita

  • Ritrovata l'anziana sparita da casa in bicicletta: era svenuta in una vigna

  • Giovane investito sui binari: in tilt la linea Venezia-Udine

Torna su
TrevisoToday è in caricamento