Centenario della Grande Guerra, firmato il protocollo d'intesa

Primo passo per costituire un Gruppo di coordinamento delle Intese Programmatiche d’Area d’Area Montello-Piave-Sile, Terre Alte della Marca Trevigiana, Castellana, Pedemontana del Grappa e dell’Asolano, Opitergina Mottense e Marca Trevigiana, dell’area “Grappa, Montello, Piave”

MONTEBELLUNA E’ stato presentato questa mattina presso il municipio di Montebelluna il Protocollo d’Intesa per la costituzione di un Gruppo di coordinamento delle Intese Programmatiche d’Area d’Area Montello-Piave-Sile, Terre Alte della Marca Trevigiana, Castellana, Pedemontana del Grappa e dell’Asolano, Opitergina Mottense e Marca Trevigiana, dell’area “Grappa – Montello – Piave” per il Centenario della Grande Guerra. Erano presenti il sindaco di Montebelluna e presidente dell’Ipa Montello-Sile, Marzio Favero, il rappresentante dell’IPA Terre Alte della Marca Trevigiana, Filippo Maria Covre, le rappresentanti dell’IPA Pedemontana del Grappa e dell’Asolano, la sindaca di Crespano del Grappa, Annalisa Rampin, e il vicesindaco di Mussolente, Valentina Fietta, e la rappresentante dell’IPA Opitergina Mottense, assessore alla cultura di Oderzo, Lara Corte.

Ha spiegato Marzio Favero: “Il Protocollo nasce da una sollecitazione del presidente dell’IPA Terre Alte della Marca Trevigiana, Stefano Soldan, che qualche settimana fa è venuto a trovarmi in quanto fino al 2016 ero coordinatore del Comitato scientifico regionale per il Centenario della Grande Guerra. Quello che mancava rispetto alle celebrazioni del Centenario a livello provinciale era un coordinamento che ora finalmente esiste grazie a questo Protocollo d’Intesa che serve a traguardare il 2018 e quindi ad andare oltre questo anno. Diverse sono le azioni che verranno messe in atto: dal monitoraggio dei vari eventi riguardanti il Centenario, al monitoraggio dei siti legati ala Grande Guerra alle possibilità di comunicazione messe a disposizione dall’UNPLI attraverso il sito Venetando”.

Spiega Filippo Maria Covre: “Grazie al sito Venetando, ciascuna IAT o Infonpoint riconosciuto a livello regionale, potrà inserire gli eventi in programma relativi alla Grande Guerra così da offrire ai visitatori e agli interessati un calendario unico disponibile a partire dalle prossime settimane”. “Tra le altre azioni – prosegue Marzio Favero –, anche l’impegno a formulare una proposta unitaria all’OGD, l’organizzazione della gestione delle destinazione, che si incontrerà il prossimo 22 maggio. Per questo il prossimo 21 maggio ci incontreremo come coordinamento delle sei IPA per formulare un piano di lavoro che presenteremo all’OGD”. A contribuire alle attività che saranno attivate dal coordinamento, anche il BIM Piave Treviso che ha previsto un contributo di 150mila euro destinato in parte ai 34 Comuni consorziati e in parte per la promozione generale. Aggiunge Valentina Fietta: “Il Protocollo d’intesa rappresenta un’importante mossa per far convergere le varie IPA e canalizzare le risorse”. Conclude Lara Corte: “Questo Protocollo Intesa ci permette di fare rete in maniera coordinata ed effettiva”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Travolto e ucciso da un treno, la morte di Marco Cestaro fu un suicidio

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento