Festa dei lavoratori a Montebelluna, 24 premiati per i 40 anni di attività

La consegna dei riconoscimenti mercoledì 1° maggio alle 10.30 in sala consiliare

Il municipio di Montebelluna

Saranno 24 i montebellunesi che mercoledì 1° maggio riceveranno un riconoscimento per i 40 anni di attività. Una tradizione, quella del riconoscimento ai lavoratori, che si ripete da oltre 25 anni e con cui l’amministrazione comunale intende festeggiare i lavoratori con 40 e più anni di attività nei settori dell’industria, dell’artigianato, del commercio, dell’agricoltura e del pubblico impiego, collocati a riposo. Alla cerimonia, prevista in sala consiliare alle 10.30 alla presenza del sindaco Marzio Favero, il presidente del consiglio comunale, Adriano Martignago, l’assessore alle attività produttive, Antonio Romeo ed altri assessori e consiglieri saranno premiati

Luigi Cima

insegnante e Presidente della Cooperativa Lavoratori (cooperativa edilizia che ha costruito alloggi a prezzi agevolati)

Norma Marcuzzo

impiegata dello studio Cavasotto Commercialista; attualmente è consigliere comunale di minoranza

Silvano Sartor

titolare della ditta Ugo Sartor snc si Sartor Silvano (agricoltura, giardinaggio, legna e pellet)

Antonio Ballon

magazziniere

Angela Morellato

titolare negozio di abbigliamento "Susin"

Enzo Simonato

costruttore e riparatore di biciclette - titolare negozio-officina Simonato

Valter Cietto

direttore di Confartigianato

Mario Gatto

imprenditore titolare ditta Gamaplast

Lorenzo Bressan

coltivatore diretto in società con il fratello di azienda che coltiva uva, seminativo e frutteto

Claudio Giacon

autotrasportatore per diverse ditte (trasporto per conto terzi, corriere…)

Sergio Borsato

addetto al controllo qualità calzature

Tiziano Pavan

elettromeccanico

Pietro Adami

agente di commercio e docente di marketing ai corsi del FSE presso il Museo dello Scarpone

Renato Camozzato

informatico

Eleonora Fornasier

addetta alle pulizie

Antonino Garofalo

bigliettaio alla stazione ferroviaria di Montebelluna

Vitale Menegon

impiegato nel settore calzaturiero

Rosetta Poloni

sarta

Armando Pavan

imbianchino e cantoniere

Giacomo Stortini

metalmeccanico saldatore alle Fonderie del Montello e alla Favero Health Projects

Guido Tessariol

operatore telefonico presso diverse ditte di impianti telefonici (IPE, Sirti…)

Renato Zanatta

autista di scuolabus

Franco Zizola

insegnante e scrittore

Gino Montagner

imprenditore titolare ditta G&G Aequam

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenta l'assessore alle attività produttive e alle politiche sociali Antonio Romeo: «Anche quest'anno consegniamo un riconoscimento a chi per decenni si è speso nel lavoro. Molte delle persone premiate sono impegnate nel sociale e nel volontariato a favore della comunità montebellunese. Si va in pensione dal lavoro... ma non si va in pensione dalla vita! Oggi avere 60, 70, 80 anni spesso significa essere in gran forma fisica e psicologica. Gli studi, le statistiche, l'esperienza personale di molti uomini e donne ci dimostrano che dedicare una parte del proprio tempo libero agli altri sia non solo un antidoto alla noia, non solo un grande contributo alla comunità ma anche una delle attività più gratificanti per l'essere umano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio all'azienda agricola Vaka Mora: a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento