Il San Valentino di Montebelluna celebra i 40 anni dall'apertura del servizio psichiatrico

Oggi i medici in servizio sono 15 con 21 infermieri, ma con un’organizzazione territoriale più complessa e articolata. I disturbi mentali affliggono una percentuale stimata fino al 25% della popolazione

L'ospedale di Montebelluna

Il 10 ottobre si celebra in tutto il mondo la “Giornata mondiale della Salute Mentale”, riconosciuta dall’OMS per accrescere la consapevolezza e promuovere la cultura della cura della Salute Mentale. Un’occasione per il San Valentino di festeggiare con un evento pubblico uno speciale anniversario. Infatti, 40 anni fa si apriva il Servizio psichiatrico di diagnosi e cura dell’ospedale di Montebelluna (1979-2019). L’appuntamento è quindi proprio per giovedì prossimo, 10 ottobre 2019, alle ore 16,15 presso la sala convegni del San Valentino dove tra interventi poetici e musicali si andrà a percorrere questi 4 decenni del SPDC. Dopo l’apertura del direttore generale, Francesco Benazzi toccherà agli interventi del dr. Gian Luigi Bianchin, già direttore del dipartimento di salute mentale e dei servizi sociali che andrà a ripercorrere i primi passi effettuati nel 1979 fino a lasciare spazio all’intervento dell’attuale direttore dell’UOC di psichiatria del Distretto di Asolo, Giuseppe Salce.

«Sulla spinta di un contesto socio-politico particolarmente sensibile alle problematiche sociali, il 13 maggio del 1978 viene emanata la legge 180, in tema di "Accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori", più nota come legge Basaglia - racconta Salce - La legge è durata solo i pochi mesi che portarono all'istituzione del Servizio Sanitario Nazionale. Il 23 dicembre 1978, infatti, fu approvata la legge 23 dicembre 1978, n. 833, che istituiva il Servizio Sanitario Nazionale e conteneva al suo interno (con alcune modifiche) quasi gli stessi articoli della legge 13 maggio 1978, n.180. In attuazione di queste riforme inizia il processo di chiusura degli ospedali psichiatrici e l’organizzazione dell’assistenza psichiatrica sul territorio.  Il 16 luglio 1979, all’ interno dell’Ospedale Civile “Carretta” di Montebelluna, viene aperto il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura con 10 posti letto.  Oltre al Primario, ci sono tre medici, una psicologa, due assistenti sociali e 22 infermieri che si occupano non solo del reparto ma anche di organizzare ed attivare l’attività territoriale».

Oggi i medici in servizio sono 15 con 21 infermieri, ma con un’organizzazione territoriale più complessa e articolata: «Oggi stimo parlando di un reparto sanitario a tutti gli effetti - aggiunge Benazzi - Si è passati dal concetto di malati da sorvegliare a malati da guarire con dei passi da gigante compiuti anche nelle risorse terapeutiche e nelle strategie riabilitative. In particolare nel Distretto di Asolo si è sviluppata una preziosa cultura dell’assistenza sul territorio che vede una proficua collaborazione con i comuni e gli assistenti sociali».

I disturbi mentali affliggono una percentuale stimata fino al 25% della popolazione generale. L’incidenza è maggiore tra le donne: ii disturbi di personalità e da uso di sostanze sono a maggiore appannaggio del sesso maschile, mentre i disturbi d'ansia e depressivi sono più a carico del sesso femminile. Nel 2018 sono stati quasi 14000 gli utenti in contatto con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Ulss 2 Marca trevigiana. Circa 4000 nel Distretto di Asolo. In ambito ospedaliero, inoltre, il Servizio di Psicologia Ospedaliera ha effettuato circa 3.500 consulenze ai pazienti e ai loro familiari. Nel 2020 si stima che la depressione sia la seconda causa di disabilità nel mondo.

L’evento di Montebelluna vedrà protagonista anche l’intervento musicale del TrioGliceridi. Il TrioGliceridi è una formazione musicale da camera di recente formazione. I suoi componenti sono tutti musicisti professionisti che suonano nelle più importanti sale in Italia ed all’estero, ed affiancano all’attività concertistica quella didattica ed educativa. Laura Zigaina al Flauto traverso, Ennio Marchesi –all’Oboe e Manuel Cester al Fagotto.  Musiche di Handel, Vivaldi, Telemann.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento